L’affido familiare: tutti i bambini hanno diritto ad una famiglia

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1140

ATRI. Si svolgerà mercoledì prossimo, 14 marzo, a partire dalle ore 16.30, presso l'Auditorium S.Agostino di Atri, l'incontro promosso dalla Fondazione Ricciconti sul tema de 'L'Affido familiare'.
Nel corso dell'appuntamento, che vede anche la collaborazione del Comune di Atri, Silvi e Pineto, verranno illustrati alle famiglie presenti e anche ai singoli cittadini, le svariate possibilità offerte dalla legge per poter prendere in affido temporaneo dei bambini che vivono in condizioni familiari di disagio.
«Purtroppo - ha spiegato Roberto Prosperi, presidente dell'Ente Ricciconti - a volte capita che i genitori siano impossibilitati a dare l'assistenza e il sostegno di cui i figli hanno bisogno per crescere bene. La Fondazione Ricciconti, nata nel 1946 come orfanotrofio, è impegnata nel far sapere che è possibile accogliere nella propria famiglia per un breve periodo, anche per alcune ore della giornata, un minore in difficoltà, mettendo a disposizione il calore della propria casa e scoprendo la ricchezza di un puro atto d'amore».
Possono offrire la disponibilità all'affido familiare coppie coniugate e non coniugate, con o senza figli ed anche persone singole.
L'affido familiare è un atto di solidarietà verso bambini in difficoltà e verso le loro famiglie con la disponibilità ad accogliere un minore, temporaneamente nella propria casa, prendendosi cura di lui ed assicurandogli educazione ed affetto; l'affido è una risposta concreta ai bisogni delle famiglie ma, soprattutto, è una valida alternativa al ricovero dei bambini negli istituti.
«L'Affido – aggiunge Roberto Prosperi – può essere diurno, quando è limitato ad alcune ore della giornata, oppure residenziale, quando il minore vive con la famiglia affidataria».
L'affido permette ai bambini ed adolescenti di vivere in un ambiente accogliente e sereno senza interrompere i rapporti con la propria famiglia che ha la possibilità, nel frattempo, di riorganizzare le proprie risorse e rimuovere gli ostacoli che rendono difficile il compito educativo.
Inoltre, gli affidatari, vivono un'esperienza umana irripetibile che arricchisce interiormente e sono affiancati dagli operatori dei servizi sociali e sanitari.
Per maggiori informazioni sulle modalità di affido è possibile rivolgersi ai seguenti uffici: Comune di Atri 085/8791223, Consultorio familiare di Atri 085/8707715 - 085/8707716, Fondazione Ricciconti 085/87232.

12/03/2007 11.52