Allarme chiusura per l’aeroporto di Preturo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1474

L’AQUILA. Il rischio di una chiusura dell’aeroporto di Preturo si fa sempre più concreta ed imminente. A lanciare l’allarme è l’assessore Stefano Vittorini che non risparmia critiche verso il presidente Pullieri dell’Aeroclub. Qualche giorno fa, infatti, alcuni ispettori dell’Enac – l’Ente nazionale per l’aviazione civile – ha effettuato un sopralluogo all’aeroporto, per accertare la rispondenza dello stesso alla normativa internazionale e alle prescrizioni in materia di sicurezza previste dall’apposito Programma nazionale.

L'AQUILA. Il rischio di una chiusura dell'aeroporto di Preturo si fa sempre più concreta ed imminente.
A lanciare l'allarme è l'assessore Stefano Vittorini che non risparmia critiche verso il presidente Pullieri dell'Aeroclub.
Qualche giorno fa, infatti, alcuni ispettori dell'Enac – l'Ente nazionale per l'aviazione civile – ha effettuato un sopralluogo all'aeroporto, per accertare la rispondenza dello stesso alla normativa internazionale e alle prescrizioni in materia di sicurezza previste dall'apposito Programma nazionale.


La successiva comunicazione, che l'Enac ha poi inviato al Comune non lascerebbe dubbi.
In via preliminare, sono state rilevate delle situazioni di non conformità alle normative vigenti, che influenzano negativamente le operazioni di volo.
Pertanto – ha informato l'Ente – se la relazione definitiva degli ispettori dovesse confermare quanto rilevato nel sopralluogo, si potrebbe arrivare “all'interdizione del volo”. Allo scalo di Preturo verrebbe offerta la sola possibilità di trasferire gli aerei in altro aeroporto.
«Non credo che occorrano molti commenti», ha aggiunto Vittorini, «la situazione di sfascio generata da Pullieri è venuta alla luce in tutta la sua drammaticità. Invece di pensare alle carte bollate e a rimproverare i suoi interlocutori, avrebbe potuto operare con profitto e in accordo con l'Amministrazione Comunale (proprietaria del sito), per porre riparo ai problemi esistenti e per programmare adeguate azioni di rilancio. Alla luce di quanto accaduto, si è dunque rivelata provvidenziale la mia iniziativa finalizzata a far rientrare l'Aeroporto di Preturo nella piena disponibilità del Comune. Cosa che avverrà nei prossimi giorni attraverso una delibera che proporrò alla Giunta. Chi, in sostanza, ha lavorato contro questa struttura, se ne dovrà andare, e sono già stati individuati i dipendenti comunali che si occuperanno temporaneamente dello scalo, in attesa di riaffidarlo a organizzazioni capaci di farlo davvero decollare».
«Contestualmente», ha concluso l'assessore, «sarà chiesta la riclassificazione dell'aeroporto ad aviosuperficie. Si tratta, non c'è dubbio, di una parziale riduzione delle sue potenzialità, ma perlomeno eviteremo la chiusura. E certamente potremo programmare da subito il rilancio della struttura. Di sicuro, daremo un taglio definitivo all'improvvisazione e progetteremo con serietà una nuova stagione dell'aeroporto di Preturo».

06/03/2007 9.19