Silvi. Aumenta la tassa sui rifiuti ed il sindaco spiega perché su Youtube

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2256

SILVI. Non è mai bello quando aumentano le tasse. Specialmente in periodi di forte crisi come quello che viviamo. A Silvi tuttavia per una serie di ragioni la Tarsu è stata aumentata. Una scelta non facile che è stata spiegata dallo stesso sindaco utilizzando un nuovo mezzo.



Così il primo cittadino Gaetano Vallescura si affida alla rete per spiegare la decisione dell'amministrazione comunale di ritoccare la tassa sui rifiuti solidi urbani.
«Ho il dovere di spiegare ai cittadini e di illustrare le tante e difficili ragioni che ci hanno portano verso questa sofferta decisione. In tal senso, ho anche chiesto di relazionare in merito nel prossimo consiglio comunale. Tra l'altro – spiega Gaetano Vallescura – mi affido a internet per diffondere il mio messaggio a conferma che il nostro comune vuole parlare chiaro ai cittadini e in questo modo evitiamo di spendere denaro ulteriore».
Perché, nonostante da anni a Silvi sia attiva con risultati soddisfacenti la raccolta differenziata Porta a Porta, è aumentata la Tassa sui rifiuti?
Il sindaco Gaetano Vallescura su YouTube spiega questa decisione.
«Siamo stati costretti a rivedere la Tarsu – ha affermato il sindaco di Silvi – in quanto, tra le ragioni principali, vi e' la chiusura della nostra discarica (quella di Atri del consorzio Piomba-Fino, di cui Silvi fa parte) e questo ci ha costretto a conferire i rifiuti in altri siti con la naturale conseguenza dell'aggravio dei costi. A peggiorare la situazione ci sono i costi di conferimento che sono raddoppiati ed, inoltre, l'attuale chiusura della nostra discarica rappresenta un costo per la gestione del consorzio stesso. Noi stiamo lavorando affinché la discarica di Atri possa essere riaperta entro la fine dell'anno; stiamo lavorando per far si che la Tarsu, il prossimo anno, possa tornare torni a livelli accettabili. Mi rendo conto che non è una dei migliori momenti, ci sono condizioni disperate perché non è possibile vivere con pensioni di 700 o 100 euro; noi come amministrazione ci stiamo impegnando per contenere la tassa che altrimenti sarebbe destinata ad aumentare. Voglio promettere e confermo che stiamo lavorando e lavoreremo per far diminuire la tassa sui rifiuti».
Il comune di Silvi che ha attuato dal 2007 la raccolta differenziata domiciliare “Porta a Porta” e nonostante i risultati confortanti (Comune riciclone nel 2008) quest'anno i cittadini in questi giorni hanno visto aumentare la tassa sui rifiuti di circa il 20 per cento.
Il sindaco ha chiesto inoltre di poterne parlare davanti al prossimo consiglio comunale per quello che definisce «una vicenda ingiusta che necessità della cooperazione di tutti gli enti sovracomunali per dare una svolta al sistema di gestione dei rifiuti sul territorio».

16/04/2010 14.43