Antenne San Silvestro, ora si pensa ad una ricognizione generale

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1087

PESCARA. Istituzione di una task-force interdipartimentale comunale per avviare una ricognizione di tutte le antenne radiotelevisive oggi esistenti a San Silvestro colle.



PESCARA. Istituzione di una task-force interdipartimentale comunale per avviare una ricognizione di tutte le antenne radiotelevisive oggi esistenti a San Silvestro colle.E' questo il nuovo provvedimento che l'amministrazione comunale di Pescara ha deciso di adottare nel corso del vertice convocato ieri mattina dal direttore generale Stefano Ilari per fare il punto della situazione circa il ‘caso' delle antenne di San Silvestro.
Lo ha ufficializzato il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia al termine del vertice al quale hanno preso parte i rappresentanti del Dipartimento Tecnico del Comune, del Dipartimento Servizi al cittadino, del Suap, del Servizio Ambiente, dello Sportello Unico Ambiente e dello Sportello Unico Ambiente e Condoni.
«Per esaminare a fondo la problematica di San Silvestro abbiamo individuato 3 filoni – ha spiegato il sindaco Albore Mascia -: il filone procedurale per definire l'esame di 28 procedimenti autorizzativi risalenti al 2005-2006 e non ancora conclusi, che rappresentano delle pendenze. Poi il filone della compatibilità delle attuali strutture sotto l'aspetto urbanistico-edilizio; infine il filone ambientale relativo all'elettromagnetismo».
In merito alla questione procedurale, i tecnici comunali hanno confermato l'esistenza nei cassetti del Comune di 28 richieste di autorizzazione per l'installazione di altrettante nuove antenne, richieste protocollate tra il 2005 e 2006 da emittenti radiofoniche e televisive.
Nel corso del vertice è emersa anche la mancanza, allo stato attuale, del presupposto di legge del Piano provinciale delle antenne o, in alternativa, di una Commissione istituita dalla Provincia, «fondamentali», ha spiegato il sindaco, «per poter esaminare quei fascicoli, dunque tali procedimenti pendenti non potranno essere ancora definiti in assenza di tali due strumenti che la passata coalizione di centro-sinistra, al governo della Provincia di Pescara per oltre 15 anni, non si è mai preoccupata di istituire».
Sul tema Mascia ha già avuto dei colloqui con il Presidente Guerino Testa che si è detto disponibile ad aprire subito un Tavolo di confronto per affrontare la tematica «in modo congiunto e coordinato».
Il direttore generale Ilari ha già annunciato l'istituzione di una unità operativa interdipartimentale che provvederà «anche a far partire i procedimenti necessari alla rivisitazione della situazione oggi in essere».
In merito al profilo ambientale, il sindaco Albore Mascia ha confermato che «resta fermo l'attuale sistema di rilevazione delle emissioni elettromagnetiche da parte dell'Arta in primis e, in seconda battuta, del nostro servizio, lo Sportello Unico Ambiente, che, nel caso, provvederà a predisporre i provvedimenti necessari, ossia le ordinanze sindacali, per garantire il rispetto dei limiti di legge in merito alla potenza delle emissioni di onde elettromagnetiche. Ovviamente – ha proseguito il sindaco Albore Mascia – tutti i settori e i servizi dovranno lavorare in stretta sinergia al fine di evitare inutili duplicati procedimentali od omissioni di qualsiasi genere. L'impegno della nuova amministrazione comunale in merito alla volontà di individuare una soluzione definitiva al ‘caso' San Silvestro, è dunque chiaro e forte, e continua a muoversi su direttrici ben specifiche e mirate».
16/04/2010 7.52

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK