«Una sinergia a tre per rilanciare la Civitella per i giovani»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2207

CHIETI. «La Provincia è pronta a stare vicino alla Soprintendenza e al Comune per fare della Civitella il punto centrale dell'intrattenimento culturale ed artistico di Chieti e a discutere con il sovrintendente, Andrea Pessina, un protocollo d'intesa a tre».

Così gli assessori alla Cultura e Turismo, Remo Di Martino, e alle Politiche Giovanili, Silvio Tavoletta, rilanciano uno dei temi più dibattuti e sentiti nella città capoluogo, dopo che i riflettori si sono riaccesi sulla stagione turistica in arrivo.
«Vista la sintonia che abbiamo subito registrato con il neo-sindaco, Umberto Di Primio – hanno spiegato Di Martino e Tavoletta – siamo d'accordo nel pianificare un nuovo format che ridisegni completamente l'attività del complesso archeologico della Civitella che crei una sinergia reale tra iniziative d'arte, di cultura, di spettacolo e divertimento che finora erano considerate come settori assolutamente indipendenti per farlo tornare ad essere il polo attrattivo per i giovani di Chieti e della provincia, ma anche e soprattutto dell'area metropolitana. In raccordo con l'amministrazione comunale e la Soprintendenza, ci faremo promotori di un incontro con le associazioni di categoria e le organizzazioni giovanili, nel corso del quale concretizzare scenari ideali per portare dare impulso ad iniziative che puntano a rivitalizzare la vita notturna cittadina».
«Del resto – ha chiosato Tavoletta – la mancanza di programma e gli eccessivi vincoli al Piano Commercio e al Piano dei Servizi della precedente amministrazione non hanno mai permesso il dispiegarsi di iniziative imprenditoriali e commerciali capaci di attrarre giovani sul Colle e allo Scalo. Oggi siamo in grado di offrire le soluzioni per far sì che il complesso archeologico della Civitella diventi un vero nuovo polo di attrazione per iniziative lodevoli di privati, sostenuti dal pubblico, come il Discobus, che tanto ha fatto discutere in questi giorni, e che potranno far rinascere la città Chieti».

15/04/2010 8.56