Rimborso libri: si possono riscuotere gli aiuti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1133

PESCARA. Saranno 704 le famiglie di Pescara che potranno usufruire del rimborso dei libri di testo dei propri ragazzi per l’anno scolastico 2009/2010, mentre 19 domande sono state escluse perché giunte in ritardo o perché inaccettabili per il superamento del reddito Isee.


Gli uffici comunali della Pubblica istruzione hanno esaurito l'esame delle domande, dando il via libera alla liquidazione delle somme presso qualunque Agenzia della Caripe di Pescara.
Lo ha confermato l'assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Pescara Roberto Renzetti dopo aver ricevuto il report dai propri uffici.
«Si tratta di un minimo beneficio concesso alle famiglie con un reddito annuo basso», ha spiegato Renzetti, «un modo da parte dell'amministrazione comunale per essere vicino alle esigenze dei nostri utenti e essere loro accanto nella lotta contro l'evasione o l'abbandono scolastico, incentivando i nostri ragazzi ad apprendere tra i banchi di scuola, conoscere, approfondire, studiare, imparare».
Quest'anno l'amministrazione comunale ha stanziato per il rimborso dei libri di testo 85.624,24 euro: complessivamente sono state presentate 723 domande, di cui 704 sono state ammesse e 19 sono state respinte per istanze presentate in ritardo rispetto ai termini concessi o perché gli utenti superavano comunque il reddito massimo consentito.
L'amministrazione ha dunque impegnato 81.213,52 euro e, come previsto nel bando iniziale, rimborserà sino all'87 per cento della spesa sostenuta ai richiedenti che hanno un reddito Isee fino a 5.939,25 euro l'anno; verrà invece rimborsato sino al 56 per cento della spesa sostenuta a coloro che hanno un reddito Isee compreso tra i 5mila 939,26 euro e i 10mila 632,95 euro.
«Da alcuni giorni – ha ribadito l'assessore Renzetti – l'amministrazione ha inviato il mandato di pagamento presso la Caripe dunque gli utenti in attesa di rimborso potranno recarsi presso qualunque Agenzia della stessa Caripe per la propria liquidazione».

06/04/2010 17.11