Chiuso a Giulianova il mercato coperto, le proteste del Cittadino Governante

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1326

GIULIANOVA. E' stato chiuso ieri il mercato coperto di Piazza Dalla Chiesa alla presenza di carabinieri e vigili urbani.

All'interno della struttura, infatti, c'erano dei lavoratori che rivendicano il diritto di continuare la propria attività.
Ma con un' ordinanza il sindaco ha imposto la repentina chiusura del mercato. Proteste da parte dell'associazione Il Cittadino Governante che contesta il fatto che il primo cittadino non abbia «preventivamente sistemato altrove e in maniera adeguata gli esercenti che lì operano».
«Lo stato di abbandono del mercato coperto non è una novità per nessuno», insiste l'associazione, «in realtà prima Ruffini ed ora Mastromauro hanno ben altro in mente che preoccuparsi di riqualificare la piazza e la struttura pubblica che vi insiste».
L'amministrazione precedente, ricostruisce l'associazione, cercò di vendere il mercato coperto «per farci realizzare dei palazzi. Fu la forte protesta popolare a fermarla e a indurla a rinunciare alla vendita. Quella attuale ha continuato nell'incuria e nell'indifferenza verso quel luogo di lavoro e di incontro, ben guardandosi dall'intervenire, anche con lavori di ordinaria manutenzione, per tutelarlo e valorizzarlo».
L'associazione chiede che il sindaco, intanto, trovi provvisoriamente un'adeguata sistemazione per gli operatori del mercato dei prodotti agricoli locali. «Si preoccupi, poi, di assicurare i servizi igienici che precedentemente erano all'interno del mercato coperto».
Da parte sua l'associazione si assume l'impegno di «intraprendere iniziative che tendano a far riflettere gli amministratori affinché Piazza Dalla Chiesa resti una piazza e la struttura del Mercato Coperto venga valorizzata a cominciare dal potenziamento del mercato dei prodotti agricoli locali nell'ottica innovativa della promozione dell'agricoltura biologica e a chilomtero zero e dell'alimentazione sana».
30/03/2010 14.49