Polemiche in commissione Infrastrutture, Caroli:«Anas non rispetta consiglieri»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2016

PESCARA. I responsabili dell’Anas non si sono presentati ai lavori della Commissione Grandi Infrastrutture e Mobilità.


La loro presenza era attesa perchè avrebbero dovuto informare la Commissione circa lo stato dei lavori nella golena sud di Pescara, chiusa da tempo per la messa in sicurezza dei piloni dell'asse attrezzato.
«Nessuno si è invece presentato ieri mattina», ha spiegato la presidente Adele Caroli, «nonostante la convocazione e nonostante i responsabili si trovassero all'interno di Palazzo di città: hanno invece effettuato un sopralluogo proprio nell'area interessata dai lavori».
Ma per Caroli «questo è un comportamento che sminuisce il ruolo dei consiglieri, che aspettavano notizie circa la possibilità di riaprire parte del parcheggio, come avevano ipotizzato gli stessi responsabili dell'Anas, il geometra Marà e l'ingegner Parente, le scorse settimane durante la Commissione Grandi Infrastrutture».
In quell'ultima seduta il Presidente, Adele Caroli, aveva chiesto e ottenuto l'impegno dei responsabili dell'Anas di verificare quell'opportunità e darne notizia ai Commissari, aggiornando la nuova seduta a ieri.
Alla Commissione ha preso parte l'assessore Alfredo D'Ercole, che si è limitato a ricordare come quell'area sarà soggetta a lavori di riqualificazione, lavori già inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche: progetti che prevedono di ridisegnare l'asse attrezzato, di pari passo con il suo prolungamento.
«Non è ammissibile», ha continuato Caroli, «che i lavori di una Commissione consiliare, e l'impegno dei consiglieri che vi prendono parte, vengano influenzati e bloccati in questo modo, per di più senza motivazioni né avvisi».
Proteste da parte del Pd, invece, per «l'inefficienza amministrativa della giunta Mascia».
«Ieri mattina», spiegano i consiglieri d'opposizione, «in commissione lavori pubblici si doveva discutere sul piano triennale delle opere pubbliche, in vista e propedeutico all'approvazione del bilancio della città. Cosa inaudita tutti i commissari della maggioranza e qualcuno dei cosiddetti dissidenti erano presenti. I consiglieri della maggioranza tutti assenti e soprattutto erano assenti il presidente della commissione Armando Foschi e il vicepresidente Giuseppe Bruno».
I consiglieri del Pd, Florio Corneli, Moreno di Pietrantonio e Antonio Blasioli hanno dovuto prendere atto della impossibilità a proseguire ed hanno abbandonato l'aula verbalizzando l'assenza dei membri della maggioranza.
Poco dopo in commissione ambiente i consiglieri del Pd, Corneli, Marcheggiani e Alessandrini c'è stato un altro scontro per l'appalto per il taglio delle palme aggredite dal punteruolo rosso: «gli interventi tardano ad arrivare».
«È una situazione di assoluta emergenza che la città sta vivendo e l'emergenza ha dato origine all'appalto», ricordano dal Pd. «Evidentemente l'appalto era urgente i lavori sembrano non lo fossero. Gli stessi consiglieri nell'apprezzare il lavoro svolto dal presidente, Nico Lerri, che sul tema, in commissione è intervenuto in maniera quasi ossessiva, hanno stigmatizzato il comportamento della giunta che sembra un muro di gomma su cui rimbalza ogni problema. Intanto il punteruolo rosso continua la sua aggressione, con la complicità della giunta che ritarda gli interventi».

30/03/2010 9.04