Truffe all'americana, arrestata donna di Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2312



PESCARA. Una donna di 35 anni di Montesilvano, Rosa Bevilacqua, sorvegliata speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, e' stata arrestata dai carabinieri a Bari.
La donna e' ritenuta responsabile di due truffe all'americana avvenute a Bari il 4 e 5 novembre scorsi ai danni di una donna di 73 anni e una di 78 anni.
La truffa avveniva in varie fasi.
Per adescare la vittima Bevilacqua si fingeva svizzera o francese, indossava abiti eleganti, si spacciava per la figlia di un imprenditore straniero e chiedeva informazioni su un medico a cui avrebbe donato una grossa somma di denaro per conto del padre ormai morente.
Un complice che la seguiva entrava a quel punto in azione per fornire indicazioni sul medico e si offriva di accompagnare Bevilacqua e la vittima da questa persona ma dopo essersi allontanato annunciava di aver appena saputo del decesso del medico.
Bevilacqua fingeva a quel punto di voler donare tutto alla vittima e al suo complice, ma solo nel caso in cui avessero dimostrato di essere benestanti.
La vittima, quindi, prelevava del denaro in banca (5.000 euro in un caso e 2.000 nell'altro).
Dopo aver preso i soldi dalle anziane truffate i due malfattori si dileguavano, fingendo di dover comprare le marche da bollo per poi recarsi dal notaio.
Bevilacqua e' stata rintracciata dopo la diffusione del suo identikit ai vari comandi dei carabinieri ed e' stata riconosciuta dalle vittime.
La donna e' stata rinchiusa in carcere a Teramo.


26/03/2010 9.04