Strada Provinciale Guardiagrele, al via la gara per i lavori

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

873

GUARDIAGRELE. In corso di espletamento la gara per i lavori di sistemazione ed ammodernamento delle Strade Provinciali nel centro abitato di Guardiagrele



È ormai in corso l'espletamento la gara per i lavori di sistemazione e ammodernamento delle Strade Provinciali ex SS 363 nel centro abitato di Guardiagrele: il bando di gara è stato infatti pubblicato il 9 febbraio scorso e le imprese hanno avuto tempo fino al 15 marzo per la presentazione delle offerte.
«I tempi lunghi – ha spiegato il responsabile del procedimento e dirigente del settore Viabilità, l'ingegner Carlo Cristini – sono causati dall'elevato numero di offerte ricevute che ammontano a circa 140. Per individuare la ditta aggiudicataria, come previsto nel bando, si seguirà una procedura aperta con il criterio del prezzo più basso, inferiore a quello posto a base di gara, determinato mediante ribasso sull'importo dei lavori posto a base».
Il progetto esecutivo, dell'importo complessivo di 750.000 euro e redatto dall'ingegnere progettista incaricato Giacobbe Palmerio, è stato approvato con determinazione DT – 3755 del 9 dicembre 2009. Le zone interessate dai lavori sono tre: quella del Bivio Grotte, ingresso principale del paese; il tratto di strada che costeggia il vecchio Ospedale, attuale Distretto sanitario di base e il tratto di strada che dal supermercato Eurospin arriva fino al Cimitero Comunale. Gli interventi, finanziati con fondi della Regione Abruzzo, consisteranno nella realizzazione di marciapiedi e opere accessorie. I tempi di esecuzione sono stimati in dodici mesi.
«I lavori previsti – ha concluso il vicepresidente della Provincia ed assessore alla Viabilità, Antonio Tavani – una volta realizzati, oltre a dare sicurezza ai pedoni, saranno di notevole beneficio alla viabilità ordinaria delle arterie interessate, in quanto renderanno la carreggiata stradale libera dagli stessi pedoni che, attualmente, sono costretti ad invaderla per gli spostamenti all'interno del centro abitato. Si è reso necessario intervenire proprio per scongiurare gravi incidenti, concludendo in modo rapido un iter vecchissimo, iniziato tanti anni addietro».

25/03/2010 9.15