Movida pescarese, dopo l'aggressione scatta la «tolleranza zero»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3031

PESCARA. Controlli rigidi e serrati su tutto il centro storico, verifiche sulla somministrazione di bevande alcoliche, vietate dopo le 2, e sugli orari di chiusura dei locali, fissato alle 4 nel fine settimana.
Sono queste alcune delle misure annunciate dal sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia ufficializzando l'esito della riunione di oggi del Comitato per l'Ordine pubblico e la sicurezza che stamane ha preso in esame il gravissimo episodio verificatosi in piazza Unione, con l'aggressione ai danni di un ventitreenne di Foggia, ancora in coma farmacologico.
Presenti al vertice, oltre ai rappresentanti di tutte le Forze dell'Ordine, anche gli assessori al Turismo Berardino Fiorilli e al Commercio Stefano Cardelli.
«Abbiamo tutti ribadito la ferma condanna per un evento che ha sconvolto l'intera città – ha ricordato il sindaco Albore Mascia -, proprio perché da mesi ormai al centro storico di Pescara si respira un'aria di serenità, di sicurezza, grazie a quegli impianti installati da Comune e privati e che garantiscono la copertura a tappeto del territorio».
Già dal prossimo fine settimana – ha annunciato il primo cittadino - scatterà un'azione di verifica «ancora più serrata» degli organi di Polizia e dei vigili urbani che, oltre all'ordine pubblico, effettueranno anche verifiche di tipo amministrativo per assicurare che tutti i locali, con particolare attenzione per i circoli privati, rispettino in modo rigoroso le ordinanze sindacali che vietano la vendita di bevande in confezioni di vetro dopo le 23, la somministrazione di alcol dopo le 2, e soprattutto obbligano tutti gli esercizi a chiudere la saracinesca alle 4 nel fine settimana. «Amministrazione comunale e Forze dell'Ordine applicheranno la tolleranza zero per garantire la tutela dei nostri giovani».
«Non modificheremo invece la disciplina sugli orari», ha annunciato Mascia, «perché non vogliamo mortificare l'economia del territorio, penalizzando tra l'altro i tanti operatori che lavorano rispettando le regole e che per primi sono pronti a dare la propria collaborazione».
Polizia municipale e le altre Forze dell'Ordine effettueranno il pattugliamento serrato, in divisa, lungo le strade di Pescara vecchia, dalle 22 alle 4, mentre il Comune studierà le modalità per assicurare un ulteriore potenziamento degli impianti di videosorveglianza.
Intanto il giovane Luciano è ancora nel reparto di rianimazione in coma farmacologico.
I medici attendono i risultati della prossima Tac per conoscere le sue condizioni.

24/03/2010 19.01

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK