Natura: ad Anversa cittadini attori per difendere l'ambiente

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1557

ANVERSA DEGLI ABRUZZI. Il 21 marzo si chiude con uno spettacolo il corso di teatro organizzato dall'oasi WWF Gole del Sagittario con la comunità del piccolo paese appenninico.


Il teatro per difendere la natura assieme ai cittadini: l'oasi WWF delle Gole del Sagittario ha organizzato un corso di teatro invernale per i residenti del piccolo paese di Anversa degli Abruzzi che ora hanno allestito un vero e proprio spettacolo dal titolo “Hai ragione...” che andrà in scena domenica 21 marzo alle ore 17 presso il Municipio di Anversa.
Le Oasi del WWF vedono nella partecipazione dei cittadini l'elemento chiave per la tutela della biodiversità e del paesaggio e per questo stanno organizzando sempre di più iniziative assieme alla comunità. In questo caso la Cooperativa Il Bosso, che cura le attività ecoturistiche dell'oasi WWF Gole del Sagittario, ha realizzato un vero e proprio corso di teatro rivolto ai residenti di Anversa che ora potranno dimostrare le loro doti di attori a tutti i concittadini.
«I cittadini di Anversa si sono dimostrati allievi dotati di grande passione per il teatro», ha commentato soddisfatta Paolo Setta, della Cooperativa Il Bosso e docente del corso, «partecipando assiduamente agli incontri e alle numerose prove del corso, che è durato 5 mesi. Lo spettacolo che
presenteranno ai loro concittadini verte sul rapporto tra nonni e nipoti e sul tema dell'educazione. La necessità di adottare uno stile di vita sobrio e sostenibile e la possibilità di imparare costantemente
attraverso il lavoro con gli altri sono al centro del nostro spettacolo».
«Le oasi del Wwf costituiscono un laboratorio culturale sempre più aperto a nuove esperienze», dichiara Camilla Crisante, presidente del Wwf Abruzzo, «per far partecipare le comunità alle attività di conservazione della natura».
Ad Anversa due anni fa si sono cimentati gli artisti della land-art che hanno lasciato diverse opere che ora sono state letteralmente riassorbite dalla natura.

20/03/2010 9.01