Incendio auto dei carabinieri, donna ritorna in libertà

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2200


VASTO. Per decorrenza dei termini della custodia cautelare, è tornata in libertà Italia Belsole, 26 anni, originaria di San Giorgio a Cremano (Napoli), ma residente a Gissi.
La donna era finita in carcere perchè accusata di incendio doloso e di evasione dagli arresti domiciliari, la donna aveva patteggiato in Tribunale a Vasto la pena di 2 anni e 4 mesi per aver dato alle fiamme, il 29 marzo scorso, la Fiat "Punto" della famiglia di un carabiniere in servizio a Gissi. Ha presentato ricorso in Cassazione e aspetterà l'udienza, la cui data non e' ancora stata fissata, da libera cittadina.
Italia Belsole è moglie di Lorenzo Cozzolino, 40 anni, anche lui di San Giorgio a Cremano, nei guai con la giustizia nel Chietino dopo essersi trasferito con la famiglia in Abruzzo per sfuggire alla vendetta di un clan camorristico nel Napoletano.
La figlia dei due, Giovanna Cozzolino, era stata arrestata invece un anno fa con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti.
I militari l'hanno sorpresa con due chili e 130 grammi di hashish nascosti nella valigia mentre era a bordo della sua Lancia "Y" con le sorelline di 3, 5 e 7 anni.

15/03/2010 10.24