«L'elettrodotto della Terna adotti un tracciato alternativo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2540

CASALINCONTRADA. Il sindaco propone un cambio di percorso del condotto che da Pescara giunge alla Turbogas di Gissi.
Nuova ondata di polemiche sul progetto controverso che partirà dal Montenegro e approderà in Abruzzo.
Il cavo, lungo 375 Km, della capacità iniziale di 1000 megawatt (incrementabile a 2000 Mw), si estenderà su una superficie di 100 km e una volta arrivato a Pescara (all'altezza del porto turistico) verrà trasferito sotto terra fino alla Turbogas di Gissi.
I dubbi adesso partono dal Comune di Casalincontrada che verrebbe coinvolto nel progetto.
«Non siamo contrari ad un'opera importante per lo sviluppo della nostra regione, chiediamo solo di adottare un percorso alternativo che consenta di evitare il passaggio dell'elettrodotto a ridosso di alcune zone abitate»: questa la richiesta del sindaco, Concetta Di Luzio, in merito all'elettrodotto Terna, che dall'altra sponda dell'Adriatico, dalla città di Tivat in Montenegro, approderà via cavo sottomarino sulla spiaggia di Pescara per poi dirigersi a sud verso la Turbogas di Gissi.
«Non appena siamo venuti a conoscenza del progetto – spiega l'avvocato Di Luzio – che interessa le zone di via Brecciarola e via Coppelle e che coinvolge da molto vicino decine di abitazioni private, il Comune si è mosso con tempestività, incontrando i cittadini interessati e producendo due ragionate osservazioni, già inviate al Ministero delle Infrastrutture e alla società Terna».
L'amministrazione ha indicato, grazie anche a tecnici e legali che si sono messi a disposizione della causa, un tracciato alternativo che si snoderebbe su terreni agricoli, non coinvolgendo per nulla abitazioni private.
«Combatteremo strenuamente affinché le nostre ragioni vengano ascoltare da chi di dovere e il tracciato dell'elettrodotto venga modificato a tutela della salute dei cittadini e senza alcun contraccolpo per l'economia e la funzionalità del progetto».

11/03/2010 9.09

[url=http://www.primadanoi.it/notizie/25358-Cavo-sotterraneo-Tivat-Pescara-Gissi-nasce-il-comitato-del-no]NEI GIORNI SCORSI NATO IL COMITATO DEL NO[/url]