Teramo, rapina in tabaccheria. Malvivente scappa con tutta la cassa

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1921

TERAMO. Irrompe in una tabaccheria del centro storico per una rapina e fugge con la cassa. Poco dopo viene acciuffato dalla polizia.


Erano da poco passate le 19, ieri, quando un uomo travisato con sciarpa e cappellino, è entrato nella tabaccheria di corso Porta Romana e, minacciando con un coltello la proprietaria, ha asportato l'intera cassa, che conteneva 170 euro.
Nonostante i tentativi della donna di farlo desistere, il rapinatore si è allontanato velocemente a bordo di una macchina bianca di piccola cilindrata.
La segnalazione subito fatta al 113, con la descrizione dell'autovettura, ha consentito ai poliziotti di mettersi subito alla ricerca del rapinatore nel capoluogo e nelle vicinanze.
Nonostante il buio, gli agenti sono riusciti ad individuare non molto tempo dopo una Panda bianca sospetta nei pressi di un distributore di carburante di Bellante Stazione: l'uomo alla guida, vistosi osservato, ha cercato di allontanarsi repentinamente avvalorando il sospetto dei poliziotti.
Ne è seguito un breve inseguimento e il blocco del veicolo: l'uomo, Domenico Falone di 33 anni di Teramo, una volta sceso, si è subito avventato contro gli agenti con calci e pugni, provocando lesioni ai due poliziotti rispettivamente ad una gamba e ad una spalla.
Condotto in Questura ha ammesso di essere il responsabile della rapina e di aver nascosto la cassa in un cespuglio nei pressi del distributore dove era stato fermato.
Gli accertamenti successivi sul veicolo hanno consentito di verificare che la Panda era stata rubata dallo stesso poco prima della rapina a villa Pavone di Teramo.
Tratto in arresto per rapina, porto abusivo di arma, lesioni a pubblico ufficiale e furto aggravato, l'uomo è stato portato in carcere.
L'autovettura è stata restituita alla proprietaria e la cassa, recuperata, alla proprietaria della tabaccheria.

05/03/2010 14.38