Allarme delinquenza a Francavilla: cosa succede in città?

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4291

FRANCAVILLA. Da qualche mese le forze dell’ordine hanno notato una recrudescenza di episodi delinquenziali solo apparentemente legati al vandalismo. C’è qualcos’altro dietro danni e incursioni notturne in locali pubblici? * LA.LI.PE’:«OCCORRONO CENTRI DI AGGREGAZIONE PER I GIOVANI»
L'allarme è alto e le forze dell'ordine hanno la guardia alzata e non sottovalutano quanto si ripete ormai da mesi e negli ultimi giorni ha avuto una pericolosa escalation.
Tutto accade di notte ma non si è certi che tutto debba essere attribuito a giovani scapestrati e avviati sul sentiero della delinquenza.
Ieri notte infatti due episodi che confermano l'allerta.
I soliti ignoti hanno lanciato una bomba carta contro il parabrezza di un'autovettura “Toyota Rav4” parcheggiata all'interno del cortile dell'autosalone Sisti Auto, lungo la Via Nazionale Adriatica Nord.
La bomba secondo i carabinieri è sicuramente di fattura artigiana e di limitata potenza. Ha infatti danneggiato solo il cristallo del veicolo senza causare altri problemi.
Il proprietario dell'autosalone ha dichiarato di non avere sospetti ed ha escluso qualsiasi minaccia o richiesta estorsiva.
Naturalmente le indagini vengono eseguite a 360 gradi e al momento non esistono elementi che possano collegare l'evento agli atti vandalici che hanno interessato alcune scuole del luogo nelle ultime settimane.
Secondo i carabinieri si tratterebbe di fatti diversi con «matrici» diverse.
Eppure sempre ieri sera dopo le incursioni nelle scuole dei giorni scorsi ancora danni in una scuola francavillese.
Dopo aver disattivato il sistema di antintrusione e forzato una posta antipanico, i vandali sono penetrati nella scuola materna comunale di contrada Piane ed hanno vuotato il contenuto di un estintore nei corridoi ed in alcuni locali, senza riuscire a farlo nelle aule in quanto queste ultime erano state preventivamente chiuse a chiave dalle maestre.
Stessa trafila delle altre volte.
I carabinieri hanno incrementato i servizi sul territorio, producendo un notevole sforzo per cui si spera di poter addivenire al più presto a risultati concreti.
I militari però chiedono alla popolazione, in particolare quella residente nei pressi di plessi scolastici, di porre attenzione a qualsiasi particolare degno di interesse e di segnalarlo immediatamente sia alla Stazione Carabinieri di Francavilla che al 112.

LA MOZIONE PER L'IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA

I Consiglieri Comunali del Pdl e del Gruppo Misto sostenuti dall'Associazione culturale locale Pro Juventute hanno presentato una mozione per chiedere la valutazione per la realizzazione di un impianto di videosorveglianza sul territorio di Francavilla al Mare e/o l'adozione di ulteriori adeguate misure, affinché venga inserita la spesa nel prossimo bilancio di previsione. Hanno firmato i Consiglieri Comunali Carlo De Felice, Rocco Cappelletti, Manuel De Monte, Daniele D'Amario e Francesco Todisco
06/03/10 17.19
04/03/2010 16.31

[pagebreak]

LA.LI.PE':«OCCORRONO CENTRI DI AGGREGAZIONE PER I GIOVANI»

FRANCAVILLA. Gli episodi di vandalismo a Francavilla al mare? L'Associazione Culturale La.Li.Pè, composta prevalentemente da giovani del territorio e nata per rispondere ai bisogni dei giovani di condividere esperienze aggregative, culturali e sociali, li considera frutto «dei fattori di rischio sociale che a Francavilla si identificano soprattutto con la disoccupazione, il lavoro non adeguatamente retribuito, la provenienza da un ambiente familiare vulnerabile, la condizione di disabilità, l'abuso di droghe e alcool, l'appartenenza ad una minoranza etnica, l'esclusione dalle relazioni sociali. Questi fattori generano un processo dinamico che preclude all'individuo una soddisfacente integrazione nella società sfociando in fenomeni di violenza sociale».
Così scrive il presidente Luca Marinacci: «in una città come Francavilla al mare che si estende per circa 8 Km e che non possiede un centro riconosciuto, per i ragazzi è difficile avere un luogo di incontro stabile ed inoltre manca una progettualità nella creazione di attività culturali, ludiche e ricreative. L'Associazione La.Li.Pè. dal 2003 ha realizzato iniziative che hanno visto protagonisti i giovani di Francavilla al mare e che hanno peraltro avuto in alcuni casi l'appoggio del Ministero delle Politiche Giovanili e della Comunità Europea».
In particolare, dal 2008, La.Li.Pè ha progettato un intervento presentato al Comune di Francavilla al mare dal titolo “Fattorie Creative” che nasce per contrastare la disgregazione sociale ed il bisogno dei giovani di condividere la vita e di vincere la solitudine attraverso la frequentazione di uno spazio per lo svago che parli la loro lingua, che lasci che siano i giovani stessi a esprimersi e a prendere posizione.
Queste attività erano state pensate per essere svolte nei locali di Torre Ciarrapico. Il progetto presentato peraltro, andava incontro all'esigenza dell'Amministrazione per la regolarizzazione della gestione degli spazi pubblici.
La.Li.Pè. nell'ultimo progetto protocollato al Comune di Francavilla, si rendeva disponibile a gestire la struttura per sviluppare le attività sopra descritte senza alcun onere economico a carico dell'amministrazione per la gestione ordinaria di questi spazi, anche se è di pochi giorni fa la notizia che questa struttura possa essere destinata a diventare un Museo Civico.
«Dopo i recenti fatti di cronaca», aggiunge Marinacci, «i giovani dell'Associazione La.Li.Pè. si sentono sconfitti da un sistema che non valorizza chi vuole operare nel bene della cittadinanza e soprattutto delle fasce più vulnerabili ed invita tutti gli operatori del territorio ad incontrarsi per discutere di queste problematiche affinché, attraverso una progettualità operativa che guardi al futuro, si possano individuare gli strumenti che garantiscano la partecipazione attiva delle future generazioni alla vita sociale della città».

05/03/2010 8.27