Padre di vittima strada:«magistrati incapaci, mi faccio giustizia da solo?»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3306

VASTO. Un dolore immenso che squarcia la vita e disallinea gli equilibri. Una morte arrivata all’improvviso ed un dolore che si aggiunge a quello della presunta beffa o della mancata giustizia.
Domande senza risposte per una vita spezzata senza una ragione o un responsabile.

Per questi motivi un uomo, padre di un giovane morto in un incidente stradale ha dato vita ad una protesta plateale davanti al tribunale di Vasto.
L'uomo si chiama Giuliano Del Villano, suo figlio è morto nel giugno scorso in un incidente stradale sulla statale 16 in localita' Le Morge, tra Torino di Sangro e Casalbordino Lido.
L'uomo si e' presentato al palazzo di giustizia ammanettato e con un cartellone appeso sulle spalle su cui c'era scritto: "Sono stremato dal dolore della morte di mio figlio, ho tanta rabbia dentro per la magistratura incapace. Mi faccio giustizia da solo? Mi vergogno di essere italiano".
In calce alla frase anche la foto del figlio, Guido, morto all'eta' di 30 anni.
Il giovane, il 10 giugno 2009, tornava dal lavoro verso casa, a Vasto, in sella alla sua moto, quando perse la vita in un incidente dalla dinamica non ancora ben chiara.
Il papa', che da allora non si da' pace, sostiene di aver individuato da solo, attraverso alcune testimonianze, il presunto colpevole e invoca l'intervento della magistratura. Il suo legale, Clementina De Virgiliis, chiede un supplemento d'indagine affinche' sia fatta piena luce.
Giuliano Del Villano, raggiunto poi e rinfrancato da un amico, ha messo fine alla sua protesta.

01/03/2010 12.34