Coltivava marjuana nella comunità di recupero, arrestato tossicodipendente

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3169

PESCARA. Arrestato 37enne pregiudicato per coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti all’interno di una comunità terapeutica.


I carabinieri della stazione di Catignano, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gop Luca De Ninis, su richiesta del sostituto procuratore Del Bono, hanno tratto in arresto Emanuele Bartolini, 37enne censurato tossicodipendente, già sottoposto a programma riabilitativo presso una comunità terapeutica della provincia di Pescara.
L'uomo è ritenuto responsabile di coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti negli stessi ambienti della comunità.
L'attività investigativa ha preso il via da informazioni apprese dai militari su una presunta coltivazione e spaccio di stupefacenti nella comunità terapeutica, i cui responsabili hanno fornito la piena collaborazione.
Bartolini, secondo la ricostruzione dei carabinieri, dapprima coltivando, successivamente usufruendo della complicità di terze persone, ha avuto la disponibilità di stupefacenti (marjuana e cocaina) per soddisfare le proprie esigenze, noncurante del programma che stava seguendo.
L'uomo avrebbe spacciato la sostanza anche ad altri giovani ammessi allo stessa terapia di recupero, talora dietro corrispettivo di denaro altre volte in cambio di favori.
Gli episodi di spaccio, documentati in ben 7 occasioni nel periodo estivo autunnale del 2009, hanno altresì evidenziato un comportamento definito dagli inquirenti «scaltro ed insofferente alle regole della comunità».
L' ascendente dell'uomo ha permesso di convincere altri ospiti a coprirlo o è riuscito ad eludere i controlli interni alla stessa struttura.

27/02/2010 13.24