Droga: sequestrato mezzo chilo di cocaina, quattro arresti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2063

CHIETI. Quattro persone, due italiani e due cittadini dominicani, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Chieti con l'accusa di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


Circa mezzo chilo la cocaina sequestrata nell'operazione i cui particolari sono stati resi noti questa mattina nel corso di una conferenza stampa dal comandante della Compagnia, capitano Aldo Manzo, e dal comandante del nucleo operativo tenente Ennio Maglie.
In carcere sono finiti Luigi Abbruzzese Di Fulvio, 46 anni di Pescara ma residente a Montesilvano; suo nipote Flavio Baccelli, 26 anni di Montesilvano; Walter Alexis Baez, 24, residente a Lanciano, l'unico con precedenti specifici, e Hanly Marte de Los Santos, 20 anni residente a Cepagatti (Pescara).
Il pedinamento, è stato spiegato, è iniziato ieri pomeriggio a Sambuceto nei pressi del casello autostradale quando i carabinieri hanno notato un'auto con a bordo Baez e Baccelli.
I carabinieri li hanno seguiti fino a Montesilvano dove hanno notato i due affaccendati vicino a un rimorchio nell'area parcheggio di una ditta di trasporti.
Dopo circa un'ora è arrivato de Los Santos, infine anche Di Fulvio che lavora come impiegato per conto della ditta.
Il quartetto si dirige poi sotto casa di Di Fulvio.
A quel punto i carabinieri decidono di intervenire e li sottopongono a perquisizione con esito però negativo.
I controlli vengono tuttavia estesi nell'abitazione del Di Fulvio dove saltano fuori 100 grammi di cocaina nascosti nella doccia.
I carabinieri hanno un'intuizione e tornano nel parcheggio della ditta di trasporti dove poco prima avevano notato i quattro affaccendati attorno a un rimorchio.
E nascosta in un cassone trovano una busta di plastica contenente altri 400 grammi di cocaina di ottima qualita'. Scattano cosi' gli arresti.
I quattro sono stati condotti nel carcere di Pescara. Secondo quanto emerso in questo caso la "manovalanza" era costituita dagli italiani che avevano il compito di custodire la droga per conto dei dominicani, una commistione, quella tra italiani e cittadini dominicani, che rappresenta una novità

25/02/2010 16.33