Casello autostradale Terra Rossa: «prima studi accurati sulla viabilità»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3296

PESCARA. Si è svolta una conferenza dei servizi, convocata dal sindaco Pasquale Cordoma, per discutere dell’apertura del casello autostradale in località Terra Rossa tra Cappelle sul Tavo e Montesilvano.


Durante la riunione si è ribadita la volontà di raddoppiare il casello autostradale di Pescara nord, questione che ha trovato unità d'intenti da ogni parte, in particolare da parte dei due comune interessati, affinché si apra, in tempi brevi, un servizio che sia da volano allo sviluppo economico dell'area vestina.
La Provincia ha asserito che non ci sono ostative particolari per precludere la richiesta di Montesilvano e Cappelle, l'assessore Ruggeri ha dichiarato che si dovranno effettuare studi accurati sulla viabilità e sui flussi di traffico nelle aree interessate.

Il prossimo incontro è stato fissato fra tre settimane per concludere la questione in maniera definitiva, e nell'occasione verranno convocati anche il Comune di Silvi, la Provincia di Teramo e il Comune di Spoltore, tutti interessate al progetto del Lotto bis.
«Mi auguro – ha dichiarato il sindaco Cordoma al termine della conferenza – che nel successivo incontro si prendano decisioni che vadano nella direzione di un decentramento del nuovo casello per motivi di ordine economico, in quanto favorirà lo sviluppo dell'area vestina, e di viabilità, in quanto sgraverebbe la città di Montesilvano da una buona mole di traffico proveniente dalle aree interne e diretta al casello autostradale».
Oltre al primo cittadino, sono intervenuti l'assessore comunale all'Urbanistica Domenico Di Giacomo, l'assessore ai Lavori pubblici Roberto Ruggeri e l'assessore alle Grandi infrastrutture Andrea Faieta, entrambi della Provincia di Pescara, il sindaco di Cappelle sul Tavo Maria Felicia Maiorano Picone, un tecnico dei Lavori pubblici della Regione Abruzzo, alcuni rappresentanti dell'Enel e della Gtm e dei tecnici comunali. Assenti giustificati al tavolo Anas e Società autostrade.

23/02/2010 11.33