«La stazione di Montesilvano nel degrado», le richieste di Odoardi (Rc)

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2174

MONTESILVANO. «Assoluto degrado alla Stazione Ferroviaria di Montesilvano». La denuncia è del consigliere di Rifondazione Comunista, Cristian Odoardi che ha presentato una interrogazione.


«La biglietteria è solo automatica ed il più delle volte rotta o fuori servizio», racconta Odoardi. «Stessa cosa per le obliteratrici poste sui binari, la tabella degli orari è imbrattata al punto da non poter leggere gli orari dei treni e non ci sono altri servizi di visualizzazione».
Ma la lista di problemi è ancora lunga: «il gabinetto è inguardabile così come i pavimenti e i sottopassi talmente sporchi che sembra di stare in un paese del terzo mondo con il dovuto rispetto verso il cosiddetto terzo mondo, il bar promesso è una promessa lasciata ai posteri».
Per il consigliere comunale questa situazione è il risultato «di un mix di inciviltà e teppismo ma anche di incuria e lassismo».
Per questo Odoardi chiede di porre in atto «tutte le iniziative presso la direzione di Trenitalia al fine di sistemare in maniera definitiva e sicura la Stazione Ferroviaria, inserendo all'interno quei servizi e quel personale che avrebbero anche la funzione di controllo dell'infrastruttura stessa».
Il consigliere chiede anche di potenziare il sistema di sorveglianza «sia con strumenti tecnologici (videosorveglianza) sia con personale di vigilanza sia comunali sia di forza pubblica o di Polizia Ferroviaria».
Ultima richiesta: «porre in atto all'unisono con Trenitalia iniziative comunicative e di sensibilizzazione all'utilizzo del Treno presso la cittadinanza con particolare attenzione non solo alle categorie che più spesso utilizzano i mezzi pubblici quali pensionati e studenti ma anche verso gli utenti che potrebbero utilizzare tale mezzo ma che par vari motivi non lo utilizzano adeguatamente».

16/02/2010 11.35