Vendita fantasma di case a Sharm, il pm chiede l'archiviazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2373

CAMPLI. Strada in salita per i 34 presunti truffati che avevano denunciato il presunto raggiro da parte di cinque imprenditori che avevano tentato di vedere loro case mai costruite.

Il pm del tribunale di Teramo, Davide Rosati, ha infatti chiesto l'archiviazione dell'inchiesta relativa alla vendita di questi appartamenti 'fantasma' che sarebbero dovuti sorgere nella nota località di vacanza Sharm El Sheik.
L'indagine era stata condotta dai carabinieri di Campli che avevano denunciato cinque persone, due delle quali residenti nel teramano (le altre erano della provincia di Ravenna, Bergamo e Ancona), per associazione per delinquere finalizzata alla truffa.
Secondo la ricostruzione dei militari i cinque avevano ingannato 34 persone vendendo alloggi inesistenti a Sharm e incassando caparre per 750mila euro.
L'indagine dei carabinieri era scattata a seguito della denuncia di un imprenditore di Campli che, recandosi a Sharm nella convinzione di visitare il cantiere della palazzina di suo interesse, in realtà ha scoperto che si trattava della costruzione dell'Hotel Excelsior.
Ora la svolta del pm che chiede l'archiviazione in quanto non sarebbero state evidenziate ipotesi di reato. Le presunte vittime potrebbero decidersi di appellarsi e la decisione finale spetterà al gip.
I militari erano riusciti a mettere insieme varie testimonianze di persone che avevano versato la caparra (avvocati, imprenditori e liberi professionisti facoltosi).
C'era addirittura il caso di una pensionata che, allettata dall'offerta immobiliare pubblicizzata su varie riviste a tiratura regionale e su internet (mediamente un appartamento a Sharm veniva proposto a circa 80mila euro) ha venduto la propria abitazione ipotecando la sua pensione, per acquistare due appartamenti nel Mar Rosso. Ora e' senza casa.
Ogni componente della banda, sempre secondo la ricostruzione dei carabinieri, avrebbe avuto un ruolo ben preciso: c'era chi si occupava di realizzare brochure, chi contattava i clienti e chi faceva da guida a Sharm per far visitare il cantiere in costruzione.


13/02/2010 12.13