Variante Montesilvano, il 18 febbraio si apre doppio senso. Cordoma contrario

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3742

Variante Montesilvano, il 18 febbraio si apre doppio senso. Cordoma contrario
MONTESILVANO. Scontro a distanza tra Anas e sindaco Cordoma. Oggetto del contendere, come ovvio, l'apertura del doppio senso di marcia della variante.
Se l'Anas ha annunciato che il 18 febbraio prossimo anche la corsia sud-nord sarà aperta, il primo cittadino protesta e parla di «grave atto di irresponsabilità».
Eppure la decisione dell'Azienda nazionale autonoma delle strade non è nuova ma era stata comunicata già qualche giorno fa, tramite lettera, a Cordoma e a Testa.
Il capo del compartimento Anas, Valerio Mele, aveva spiegato che «considerato che a oggi detti interventi non sono iniziati e che non è possibile procrastinare ulteriormente la chiusura della corsia in direzione nord si comunica che questo compartimento disporrà l'apertura totale».
Ieri su un giornale locale il sindaco ha detto di non aver mai ricevuto quella missiva ma il consigliere provinciale dell'Idv, Attilio Di Mattia, ha provato a rinfrescargli la memoria pubblicando sul proprio blog proprio la copia della lettera, arrivata in provincia il 1° febbraio e in Comune, presumibilmente negli stessi giorni a meno che non ci sia stato un problema con le Poste Italiane. Ah, no, la lettera era stata anticipata via fax. Quindi a meno che non vi sia stato un problema col fax comunale.
Comunque anche dopo aver scoperto dai giornali la notizia Cordoma non l'ha presa affatto bene. «La mia decisione resta invariata», ha detto, «lo stato di fatto di Villa Carmine - Ranalli non consente di aprire il doppio senso di marcia della varante in totale sicurezza. L'ordinanza inviataci quest'oggi dall'Anas, nella quale comunica l'intenzione dell'apertura del doppio senso della variante alla Statale 16 per il prossimo 18 febbraio, nonostante i nostri ripetuti appelli, è un atto di assoluta mancanza di rispetto verso la sicurezza dei cittadini di Montesilvano e verso coloro, che transiteranno nella zona di Villa Carmine - Ranalli».
E Cordoma torna a parlare ancora una volta dei soldi che la Regione dovrebbe mandare ma che non arrivano mai. «Mi hanno garantito», assicura oggi, «che i 500 mila euro necessari saranno a breve nelle nostre casse comunali».
Ore? Giorni? Settimane? Mesi? Impossibile dirlo.
«Nel frattempo», ha continuato il sindaco, «abbiamo stanziato 20 mila euro per una rotatoria provvisoria in via Fosso Foreste e per la sistemazione della segnaletica stradale. Attendere qualche giorno in più non sarebbe costato nulla all'Anas. A questo punto condanno duramente questa posizione, e declino la responsabilità di questa Amministrazione riguardo l'incolumità dei nostri cittadini, in caso di qualsiasi incidente e su ogni tipo di disagio, che tale azione potrebbe arrecare».

11/02/2010 10.20