Montesilvano, Pd: «Aprire la variante su entrambe le direzioni»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

5054

MONTESILVANO. Il Partito Democratico torna sull'apertura a senso unico della variante alla SS16.

MONTESILVANO. Il Partito Democratico torna sull'apertura a senso unico della variante alla SS16.Ieri un nuovo attacco in conferenza stampa. Erano presenti Antonio Castricone, segretario Provinciale del Pd, e i vertici locali dei democratici.
«Guerino Testa e Pasquale Cordoma hanno inaugurato il 20 Ottobre scorso un'opera ideata e voluta dal centrosinistra», hanno ricordato, «rendendola con la scelta, questa sì tutta loro, dell'apertura a senso unico una vera e propria incompiuta».
«Promisero», ha aggiunto Castricone, «che entro 140 giorni ci sarebbe stata l'apertura completa dopo la realizzazione di 500mila euro di lavori per la viabilità urbana di Montesilvano dove però, ad oggi, non c'è traccia di lavori in corso. Finita la festa, gabbato lo santo».
Il capogruppo Pd in consiglio comunale, Adriano Chiulli e il segretario cittadino Luigi Beccia hanno ricordato che «sono passati più di cento giorni dal taglio del nastro e, come avevamo previsto, è certo che la promessa di Cordoma e Testa non verrà mantenuta. Se loro ritenevano necessarie le opere di sistemazione della viabilità urbana perchè non le hanno programmate prima? A cosa hanno pensato in questi due anni in cui il completamento dell'opera era imminente e loro erano al governo della città? Poi siamo sicuri che queste opere servano per davvero?».
Il Pd torna così a richiedere «l'apertura immediata a doppio senso con la verifica e sperimentazione delle opere che si vogliono realizzare attraverso l'installazione di rotonde provvisorie. Così daremo subito un servizio completo ai cittadini stanchi di passare i pomeriggi nel traffico».
A conclusione della conferenza stampa è intervenuto Andrea Diodoro, coordinatore del circolo Sud del Pd cittadino:«Santa Filomena e tutta Montesilvano sud continuano a soffocare di traffico e questa apertura a senso unico a tempo indefinito della variante attesa venti anni è uno schiaffo ben assestato da questa amministrazione alla nostra zona. Come avevamo previsto grazie a questa scelta il traffico a Santa Filomena non solo non è diminuito ma è addirittura aumentato a causa delle auto che, provenienti da via vestina, escono al confine tra Pescara e Montesilvano».
Il Partito Democratico provinciale e montesilvanese annunciano, dunque, una interrogazione al consiglio provinciale, assemblee cittadine e una petizione per spingere le amministrazioni a rivedere una scelta che definiscono «scellerata e insensata».

TRAFFICO CONGESTIONATO A VILLA CARMINE

Il vice capogruppo del Partito Democratico del Comune di Montesilvano, Feliciano D'Ignazio, contesta invece alcune disposizioni assunte dal Comune.
«Il nuovo svincolo sulla via Don Minzoni si trova proprio di fronte alla via Salvemini ove è posizionata la scuola materna che già di per se - con il nuovo senso unico sulla via Giovi - risulta essere ingorgata all'inverosimile nelle ore di ingresso e di uscita da scuola per non parlare poi del consueto mercato rionale del mercoledì».
Il vice capogruppo chiede al sindaco di individuare un percorso alternativo a quello attuale in modo da evitare il congestionarsi del traffico proprio nel centro di Villa Carmine su cui pesa già l'incognita della viabilità con la futura apertura della circonvallazione.
Il vice capogruppo vorrebbe un percorso alternativo che scavalchi il centro del quartiere e che magari individui Via Verdi come sbocco sulla Via Vestina tale da facilitare anche il rientro di tutti i pendolari che quotidianamente fanno ritorno nell'entroterra vestina.
Questo anche per evitare di penalizzare tutte le attività commerciali ubicate nei pressi della realizzazione della nuova rotatoria sulla Via Vestina «che, in tal modo, non avranno più posti destinati al parcheggio e, che di conseguenza, vedranno ridurre la propria clientela con il rischio di chiusura della propria attività commerciale».

«ENTRO VENTI GIORNI LA ROTATORIA PROVVISORIA IN ATTESA DEI FONDI»

«L'Amministrazione comunale», spiega il sindaco Pasquale Cordoma, «realizzerà una rotatoria provvisoria in venti giorni, per consentire l'apertura - da parte dell'Anas - della variante alla strada statale 16 anche in direzione Pescara- Montesilvano. Lunedì scorso è stata contattata dai nostri uffici tecnici la ditta, che realizzerà l'intervento in attesa dei fondi regionali per la messa in sicurezza definitiva di vai Fosso Foreste. Abbiamo presentato il progetto definitivo prima della fine dell'anno e in questi giorni ho avuto garanzie da parte dell'assessore regionale alle Finanze Carlo Masci, riguardo i fondi che verranno stanziati per i lavori. La Regione infatti è in attesa dei 16 milioni di euro da parte del Governo, tra questi ci sono anche i 500mila euro destinati alle opere per la messa in sicurezza di Villa Carmine e ho avuto garanzie anche sulla delibera regionale che è già pronta per il nostro Comune».

05/02/2010 8.17