Gestione del palazzetto dello sport contestata. Vertigo:«atti nulli e stranezze»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4768

LA DENUNCIA. PENNE. Non solo arresti e scandali conclamati nei paesini. Ma anche una moltitudine di storie taciute- talvolta documentate- che assomigliano molto a quell’«uso muscolare della politica» di cui parlava il gip, Guido Campli, nell’ordinanza di custodia cautela del sindaco di Nocciano.

LA DENUNCIA. PENNE. Non solo arresti e scandali conclamati nei paesini. Ma anche una moltitudine di storie taciute- talvolta documentate- che assomigliano molto a quell'«uso muscolare della politica» di cui parlava il gip, Guido Campli, nell'ordinanza di custodia cautela del sindaco di Nocciano.
Disservizi, dispetti, soprusi, risposte negate, promesse mai rispettate, accordi nascosti è quanto denuncia l'associazione sportiva Vertigo 2000 in merito alla gestione del Palazzetto dello Sport di Penne.
Una storia lunga e travagliata, ma ricca di spunti, che viene raccontata in un dossier documentato dal periodico on line Sport-Vertigo.it .
Hanno deciso di pubblicare tutta la corrispondenza tra il Comune, l'associazione e la società incaricata della gestione «perché qualcuno se ne assuma la responsabilità» e per capire «cosa c'è dietro la gestione del palazzetto».
La Vertigo traccia un quadro nel quale la tesi è chiara: «le associazioni sportive locali e i cittadini di Penne sono stati oggetto di una serie di discriminazioni finalizzate a privilegiare un'associazione sportiva vicina a questa amministrazione comunale».
Ma a ben leggere tutta la trafila durata anni, questa o quella amministrazione pari son.
Cambiano gli assessori ma all'associazione resta impossibile praticare il loro sport (l'arrampicata sportiva) dopo aver speso di tasca propria quasi 20 mila euro per attrezzare il palazzetto.
A rimanere immutati sono i gestori della palestra, la Basket-Penne, incaricati con una convenzione dove il Comune non figura.
Perchè sempre loro?
«Offre più garanzie», risponde il gestore, la Cpl Concordia.
Ma qualcosa non quadra, secondo la Vertigo 2000 che «da sola, ha avuto il coraggio di denunciare quello che è accaduto al Palazzetto dello Sport di Penne» rinunciando a fare attività in quella struttura.
Il motivo della rinuncia?
«Acquisendo i documenti, interpellando un legale, studiando e leggendo accuratamente le carte- scrive la Vertigo 2000 - siamo arrivati alla conclusione che la convenzione che ha deciso le sorti del Palazzetto dello Sport dal 2007 al 31.12.09 consegnando, nei fatti, la struttura comunale all'Associazione Basket Penne guidata da un funzionario comunale e da un consigliere comunale di maggioranza, è incontrovertibilmente, insanabilmente e assolutamente nulla».
Pare che la questione della nullità fosse chiara anche agli amministratori.
«In un incontro al Comune di Penne, nel marzo 2009, alla presenza della CPL Concordia (Ing. Lupi Alfredo), del Comune di Penne (sindaco Di Marcoberardino, Assessore allo sport Remo Evangelista, Segretario Comunale Pantaleone) della Basket Penne (avv. Silvia Di Salvatore) è stata ammessa, tra le righe, dai protagonisti; la conclusione di quell'incontro fu, infatti, l'impegno da parte di tutti a trovare una soluzione temporanea e assolutamente eccezionale per salvare la stagione agonistica 2009 fino al 30.06.2009 e di lavorare da subito, per creare un tavolo di lavoro al fine di studiare soluzioni più consone».
Soluzione mai arrivata.

LA CONVENZIONE C'E' MA… NON RISULTA AGLI ATTI

Ma è solo facendo un balzo indietro che la Vertigo riesce a squarciare un velo sulla gestione del Palazzetto da parte del Comune e sulla totale mancanza di trasparenza che induce a pensare male. «La vicenda Palazzetto, almeno nella sua seconda versione, inizia nell'agosto 2007, quando la struttura viene sottratta alla Essedici e, secondo le intenzioni della nuova amministrazione Di Marcoberardino, destinata ad essere gestita (questa la parola utilizzata dal sindaco) dalle locali associazioni sportive».
Invece con un colpo a sorpresa la convenzione viene stipulata dalla Basket-Penne (direttamente con la CPL Concordia) che da quel giorno avrà ampi poteri sulla struttura comunale.
Una convenzione firmata quasi di nascosto dall'ente comunale, di cui nemmeno l'assessore Di Norscia sembrava avere contezza, salvo poi essere smentito da un documento.
«Tutti sapevano tutto perchè, mentre discutevamo, l'assessore con una missiva aveva chiesto a Cpl di analizzare la bozza della convenzione con Basket-Penne» è quanto dimostrano i documenti in mano alla Vertigo.
Ma la causa di nullità, secondo i legali della Vertigo, starebbe nel fatto che il Comune alla richiesta di accesso agli atti, ha risposto che quella convenzione «non è agli atti dell'ente». Tradotto: un Comune non ha un atto che riguarda una struttura comunale.
Come si può pensare alla trasparenza verso l'esterno, se non c'è quella interna?

«IMPOSSIBILE FARE ATTTIVITA'»

Dopo tanto peregrinare e rinviare, la Vertigo riesce a firmare una convenzione con la Basket Penne per l'utilizzo del palazzetto: è il giorno 26 giugno 2008.
Ma i problemi più grandi sembrano iniziare proprio qui.
«La convenzione non è mai rispettata, se non nella richiesta economica», scrive la società, «c'è stata tutta una serie incredibile di disservizi, dispetti, incomprensioni che puntualmente indichiamo nelle lettere protocollate al Comune di Penne e inviate alla CPL Concordia».
Sembrano veri e propri dispetti perpetrati ai danni della Vertigo come quello dello «spegnimento delle luci esterne al Palazzetto che costringe la sera ad accompagnare i ragazzi alle macchine dotati di una torcia elettrica».
Tutto questo quando si pagano, come da convenzione, 22 euro ad ora per i servizi della struttura. Nessuno si attivò, sostiene la Vertigo, per ripristinare «almeno le condizioni minime di sicurezza nella struttura». Scade la convenzione per la gestione del palazzetto, ma viene riconfermata alla Basket Penne. Ne nasce una disputa sul conteggio delle ore e quindi sulla somma che la Vertigo avrebbe dovuto corrispondere al gestore. La Vertigo chiede dettagli, nessuno risponde, ma in compenso «vengono tenuti fuori dalla struttura perchè non hanno pagato il canone». E questa storia del mancato pagamento, che l'associazione bolla come «un'offesa pubblica», finisce anche su un giornale abruzzese.
Ma la Vertigo continua.
«Perchè di fronte addirittura alla verifica di persona, del fatto che non ci fanno accedere con i ragazzi e genitori fuori la struttura non si adopera per mettere fine a questo che, ormai, sembra un vero e proprio abuso?», si chiedono gli associati.

VERTIGO FUORI, MA IL MATERIALE….

C'è anche dell'incredibile. La Vertigo resta fuori dal Palazzetto, mentre il Basket Penne firma una convenzione con la cittadina sezione del CAI Penne.
In pratica la gestione avrebbe guadagnato sul materiale comprato da altri anche era già stata diffidata dall'utilizzo da parte della Vertigo. La paura che qualcuno si potesse far male su una parete di arrampicata incustodita ha spinto l'associazione a chiamare i Carabinieri intervenuti «per identificare i presenti e tutelare l'Associazione in caso di eventuali incidenti sul proprio materiale».

«ASSESSORE REDIGE VERBALE MA NON LO CONSEGNA»

Così siamo nel 2009.
Cambia l'amministrazione.
É ora la volta dell'assessore Remo Evangelista che effettua un sopralluogo nel palazzetto con il presidente della Vertigo.
Si redige un verbale firmato da entrambi che rilevava «lo stato di abbandono in cui versa il palazzetto dello sport e le sue inaccettabili condizioni igieniche».
L'assessore si sarebbe impegnato ad inviarlo il giorno successivo alla CPL Concordia con sua richiesta di spiegazioni immediate.
Il verbale, invece, non viene mai spedito.
Ma il documento c'è, e la Vertigo lo pubblica.
«Perchè non fu inviato? Perchè l'Amministrazione Comunale non vuole richiedere ufficialmente a CPL cosa accade dentro il palazzetto dello sport?» si chiede la Vertigo che continua ancora la sua ricerca per capire «cosa c'è dietro la gestione del Palazzetto».

Manuela Rosa 03/02/2010 9.42

[url=http://www.asvertigo2000.com/index.php?option=com_content&view=article&id=288:palazzetto-dello-sport-ecco-i-documenti-redazione-sport-vertigoit-&catid=3:newsflash&Itemid=69#josc391]TUTTA LA STORIA ED I DOCUMENTI[/url]

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK