Villa Pini. Zurlo non accetta l'incarico. Sergio Cosentino è già al lavoro

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

7710

CHIETI. Ugo Zurlo, il commissario giudiziale nominato dalla Procura di Chieti per Villa Pini, si è dimesso dal suo incarico. Al suo posto è già stato nominato un altro manager, un commercialista di Pescara già consulente della Procura e del Tribunale.
La notizia si è appresa da pochi minuti ed è stata confermata da alcune fonti.
Zurlo era stato nominato pochi giorni fa ed in questi giorni era atteso in Abruzzo per i primi colloqui con il procuratore della Repubblica di Chieti, Pietro Mennini, e con il presidente della Regione, Gianni Chiodi, e l'assessore Venturoni.
A Pescara è in corso una riunione tra sindacati, dipendenti della clinica Villa Pini e lo stesso assessore alla sanità e pare che la cosa sia stata confermata anche in quella sede.

29/01/2010 18.50

LA NOTIZIA CONFERMATA DA VENTURONI

La notizia è stata data dall'assessore Venturoni ai dipendenti di Villa Pini che in delegazione erano a Pescara insieme ai sindacati per approfondire i temi sul tappeto.
Il nuovo commissario dovrebbe essere Sergio Cosentino, commercialista di Pescara, già consulente della Procura e del Tribunale.
Reazioni sconcertate da parte del personale di Villa Pini, sempre più preoccupato per una soluzione rapida della vertenza.
Nessuna reazione da parte della Asl di Chieti che aspettava di incontrare lunedì prossimo Ugo Zurlo.
Da quello che si riesce a captare di questa improvvisa mancata accettazione (si parla di dimissioni, ma in realtà Zurlo non aveva ancora accettato) sembra che le notizie provenienti dall'Abruzzo, forse veicolate anche dal commissario Gino Redigolo che conosce bene sia la situazione di Villa Pini che della sanità abruzzese in generale, abbiano sconsigliato l'accettazione.
Di fronte a queste difficoltà, si fa più concreta la possibilità del fallimento di Villa Pini.
Solo in questo caso, infatti, il curatore fallimentare, con i pieni poteri di amministratore, potrà dichiarare lo stato di crisi con la possibilità di cassa integrazione in deroga per i dipendenti. Per i malati ancora a Villa Pini il commissario potrà riattivare a pieno ritmo l'assistenza.

29/01/2010 19.19

COSENTINO: PRIMO SOPRALLUOGO STAMANE

«Sì, sono stato incaricato stamattina e già sono operativo», ha spiegato Cosentino al telefono con PrimaDaNoi.it, «come già sa, io sono un commercialista e quindi, trattandosi di una clinica, mi avvarrò di un collaboratore medico che è la dottoressa Francesca Catini che è già stata nominata».
Ha preso già qualche decisione operativa, i tempi si allungano o si restringono?
«Noi stamattina abbiamo già fatto l'accesso alla Clinica insieme alla Guardia di Finanza», spiega ancora con molta cortesia, « infatti, il provvedimento della Procura riguarda solo la Clinica e non tutto il Gruppo. Ora che sono decaduti gli organismi sociali tocca a me guidare le sorti di Villa Pini».
I dipendenti sollecitano una decisione rapida e cioè la dichiarazione dello stato di crisi…
«Conosco il problema e posso assicurare che sarà la mia prima decisione fare tutto quello che serve per chiedere la Cassa integrazione in deroga».
Sa che su di lei vengono riposte molte attese?
«Ne sono consapevole», conclude Cosentino, « ma come vede io non ho perso tempo: appena nominato ho fatto quello che in gergo tecnico si chiama l'accesso e da domani sarò al mio posto di lavoro. So che bisogna fare presto. Spero di fare anche bene».

Sebastiano Calella 29/01/2010 19.47



CHI E' UGO ZURLO