Chieti, si elegge il presidente dell'Ordine degli avvocati

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

5375

CHIETI. Domani sera si conoscerà il nome del nuovo presidente dell'Ordine degli avvocati di Chieti.
Si svolgeranno infatti domani in giornata, presso la Corte di Assise, le elezioni per il rinnovo delle cariche dopo la fine improvvisa della presidenza di Lello Tatozzi.
Una vicenda ai più apparsa incomprensibile per la motivazione della crisi dell'Ordine: ci sarebbero stati contrasti interni per una lettera che il presidente avrebbe scritto all'insaputa del Consiglio e in appoggio al giudice Ciro Marsella, da più parti criticato.
In realtà questa motivazione sembra strumentale, visto che esistono altre lettere di altri avvocati che hanno sostenuto il giudice Marsella e quindi i contrasti veri sarebbero legati a contrapposizioni interne tra i due schieramenti: uno più deciso (Tatozzi) per quanto riguarda i rapporti con il nuovo presidente del Tribunale, l'altro più possibilista.
Non avendo il consenso di tutti, il presidente Tatozzi si è dimesso.
A fronteggiarsi ora ci sono solo due liste da 15 avvocati ciascuna.
La prima, “Amici del Foro”, presenta come candidato presidente l'avvocato Eliodoro D'Orazio.
La seconda, quella che viene indicata come “filo-governativa”, è capeggiata invece da Pierluigi Tenaglia.
La prima presenta tutti candidati nuovi, la seconda ripropone un buon numero di uscenti del vecchio Consiglio.
In realtà dietro lo scontro tra due diverse impostazioni (discontinuità e continuità con il passato), ci sono decisioni importanti da prendere, sia sul ruolo degli avvocati nel palazzo di Giustizia, sia nei rapporti con il nuovo presidente del Tribunale, sia sugli interventi anche impopolari nella crisi dei piccoli Tribunali, come quello di Ortona.
Gli avvocati chiamati a votare sono 706, un'ottantina in più delle precedenti elezioni quando votarono in totale circa 500 aventi diritto al voto. Grande naturalmente l'attesa degli addetti ai lavori, con una campagna elettorale serrata nella quale si è registrata la novità della prima lista che ha battuto sul tempo la seconda, presentando molto prima sia il programma che i candidati. Una specie di incrinatura della tradizione dell'Ordine dove era quasi scontato che la lista della continuità prevalesse con maggioranze bulgare e attraverso la cooptazione dei nuovi membri.  



Lista 1

Eliodoro D'Orazio (Nella foto)
Massimo Di Vito
Antonello D'Aloisio
Giovanni Del Pretaro
Stefano Azzariti
Luisa Vertini
Stefano De Palma
Lucia Di Crescenzo
Roberta Di Michelangelo
Marco Di Paolo
Pier Augusto Di Peppe
Rodolfo Giungi
Alissa Miscione
Martina Primiterra
Livio Sarchese




Lista 2

Pier Luigi Tenaglia (Nella foto)
Silvia Antonucci
Guerino Bernabeo
Marco Ciammaichella
Francesco De Cesare
Remo Di Giacomo
Andrea Di Lizio
Cristina Di Renzo
Domenico Guglielmi
Antonio Luciani
Guglielmo Marchionno
Roberto Martino
Maurizio Mililli
Cristiano Sicari
Elena Vita

s. c. 27/01/10 14.01