Emergenza prostituzione: «controlli a tappeto sulla riviera pescarese»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2014

PESCARA. Controlli a tappeto sulle vie tradizionali della prostituzione, ma soprattutto intensificazione delle verifiche all’interno degli alberghi cittadini per debellare il fenomeno.


Sono i nuovi obiettivi della Cabina di regia istituita da Comune, Prefettura e Forze dell'Ordine contro l'emergenza prostituzione e che sta già dando i propri risultati: 39 le espulsioni effettuate nel corso del 2009, quattro le peripatetiche di nazionalità rumena già monitorate nel corso di successivi blitz.
Soddisfatto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia al termine della riunione del Comitato: «nel corso del vertice», ha detto il primo cittadino, «abbiamo monitorato il fenomeno della prostituzione, da sempre all'attenzione delle Forze dell'Ordine che, attraverso azioni mirate, hanno ottenuto risultati formidabili sul territorio».
«Le misure adottate», ha proseguito Mascia, «hanno consentito di cancellare il fenomeno in molti punti del territorio, come l'asse corso Vittorio Emanuele-via Michelangelo, l'area circostante la stazione ferroviaria e, nel corso del 2009, sono state 39 le giovani comunitarie espulse dopo essere state sorprese più volte, nel corso dei mesi, sulla strada a caccia di clienti e dopo essere state regolarmente multate, con una sanzione pari a 500 euro ciascuna».
Negli ultimi mesi l'attenzione si è spostata nell'area della pineta dannunziana: «tra via della Bonifica, via Luisa D'Annunzio, via De Cecco, operano quattro peripatetiche di nazionalità rumena, tutte identificate e già sanzionate, dunque costantemente monitorate, ragazze che a breve verranno sottoposte a provvedimenti amministrativi».
Ora l'attenzione si sposterà sugli alberghi cittadini dove verranno effettuati controlli serrati e a tappeto, autentici blitz, per scovare coloro che eventualmente operano al ‘chiuso'.
«Non solo», ha annunciato ancora Mascia, «nelle prossime settimane l'amministrazione comunale sarà in grado di fornire un maggior supporto alle Forze dell'Ordine ripristinando il turno notturno della Polizia municipale attraverso l'armamento. Alcune squadre dei vigili urbani saranno assegnate al controllo del territorio per le attività di prevenzione e contrasto della prostituzione».

21/01/2010 9.51