Commercio, chiusure domenicali: «rimodulare il calendario»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2467

ABRUZZO. La Confcommercio lancia l’allarme sull’aumento delle deroghe alla chiusura domenicale e festiva da parte della Regione


Abruzzo Confcommercio chiede di ridurre a 22 le attuali 35 giornate di deroga alla chiusura domenicale e festiva.
L'Assemblea composta dal presidente Ezio Ardizzi, dai vicepresidenti Angelo Allegrino, Roberto Donatelli e Giandomenico Di Sante, e con la partecipazione del direttore regionale Ernesto Orlando, del direttore della Confcommercio dell'Aquila Celso Cioni e del consulente Guido Delli Castelli, ha riesaminato l'attuale normativa sulle deroghe.
È stata inviata sull'argomento anche una nota all'assessore regionale allo“Sviluppo Economico, Alfredo Castiglione, al presidente della IV^ Commissione in Consiglio Regionale, Nicola Argirò, al presidente della Giunta Regionale, Gianni Chiodi, ed al presidente del Consiglio Regionale, Nazario Pagano.
Con l'apertura, ad esempio, degli Outlet, sottolinea l'associazione di categoria, «gli acquisti si sono riversati, nei giorni festivi, massicciamente sulle citate strutture, al punto tale che sono state intasate di macchine le relative vie di comunicazione, a totale danno dei piccoli e medi esercenti, costretti, senza adeguati ed immediati correttivi, a chiudere a breve i loro punti di vendita».
Le deroghe alla chiusura domenicale e festiva, del resto, «hanno da sempre favorito Comparti della distribuzione che, per loro dimensioni, possono organizzare turni di lavoro a discapito delle piccole e medie strutture che non hanno tale possibilità, con la conseguenza di aumentare caoticità della circolazione viaria verso zone di ubicazione delle grandi strutture di vendita ed un ulteriore spopolamento dei Centri minori».
«Da una panoramica della situazione delle Regioni italiane, continua l'Associazione, risulta che nella quasi totalità dei casi le giornate di deroga alla chiusura domenicale e festiva sono di molto inferiori a quelle attualmente stabilite dalla Regione Abruzzo».

La Regione Lombardia, un esempio eclatante, ha stabilito che gli esercizi commerciali possono restare aperti al pubblico, nelle sole giornate domenicali e festive, per 17 giorni nell'arco dell'anno, oltre alle festività natalizie.
La Regione Piemonte prevede deroghe alla chiusura domenicale e festiva per il mese di dicembre e per un numero massimo di 8 ulteriori domeniche nel corso dell'anno.
«Per le ragioni sopra esposte», conclude Abruzzo Confcommercio, «l'associazione chiede una riduzione a 22 delle attuali 35 giornate di deroga alla chiusura domenicale e festiva».

16/01/2010 9.40