Mare-Monti. La Provincia corre:«garantire piena copertura finanziaria»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2072

PESCARA. Nei prossimi giorni la Provincia di Pescara chiederà alla direzione generale dell’Anas di dirottare il finanziamento del primo lotto della Mare-monti sul secondo e di garantirne la piena copertura finanziaria.

Attualmente i fondi a disposizione sono circa 20milioni di euro, mentre l'importo complessivo dei lavori relativi al secondo lotto - che va da contrada Campetto al bivio di Passo Cordone - è di circa 30milioni di euro.
Ottenuto il parere favorevole dell'Anas, l'appalto partirà entro l'anno in corso.
È quanto emerso ieri dalla riunione tecnica che si è svolta in Provincia, a Pescara, con i rappresentanti dei Comuni di Loreto, Penne e Farindola e con Valerio Mele capo dipartimento dell'Anas Abruzzo e Molise.
A fare gli onori di casa, il presidente della Provincia Guerino Testa e gli assessori provinciali alle Grandi infrastrutture Andrea Faieta, ai Lavori pubblici Roberto Ruggieri, e i dirigenti Paolo D'Incecco e Elio Lattanzio.
«Dopo le riunioni dei mesi scorsi – spiega Testa – oggi è stato illustrato il progetto del secondo lotto e abbiamo ottenuto conferma da Mele che i fondi disponibili per il primo lotto ci sono ancora. Nei prossimi giorni chiederemo alla direzione generale dell'Anas di dirottare il finanziamento sul secondo tratto».
Se tutto procederà senza ulteriori intoppi, una volta definita la gara d'appalto a fine anno, nel 2011 cominceranno i lavori di realizzazione dell'infrastruttura che andrà a collegare l'hinterland con la costa.
Secondo Mele, i lavori avranno una durata di circa 3 anni. Nel frattempo, la Provincia cercherà una soluzione alternativa per far ripartire i lavori anche del primo lotto.
«Infine, nel 2011 – conclude Testa – come da piano triennale già approvato, abbiamo previsto la realizzazione del secondo lotto dell'accesso pescarese al Gran Sasso per un importo di 5 milioni di euro che metterà in comunicazione il ponte di Sant'Antonio con la riserva fino al parco nazionale del comune di Farindola. Con questa bretella porteremo davvero a compimento la Mare-monti, un'opera attesa da anni e che stiamo cercando in tutti i modi di far ripartire, grazie anche alla grande disponibilità dell'ingegner Mele».

15/01/2010 10.01