Montesilvano, riapre il cantiere in via Adige per marciapiede e asfalto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1367

MONTESILVANO. A Montesilvano Sud sono state realizzate le linee di raccordo delle acque bianche e sistemati i convogli delle acque nere in via Adige, via Nera, via Garigliano, via Aniene, via Fino e via Fortore, ormai al termine.

Mancano ancora all'appello: via Tronto, via Orta, via Iseo e via Di Giovanni.
Prima di Natale è stato ultimato il cantiere di via Adige, nella quale oltre alla raccolta delle acque bianche è stata realizzata anche una mappatura dei sottoservizi, grazie alla ditta Di Bernando di Basciano (in provincia di Teramo), che sta lavorando in modo spedito nonostante le condizioni atmosferiche avverse dei giorni passati.
La prossima settimana proprio in via Adige tornerà il cantiere mobile con tratti più lunghi necessari per il rifacimento dei marciapiedi, compresa la stabilizzazione del terreno di fondazione, che come rilevato all'interno di un piccolo cratere che si è aperto improvvisamente, un mese fa, a ridosso della strada parco, non presentava una solidità consistente ed aveva bisogno di un intervento urgente.
Entro la primavera verranno ultimati anche i lavori nelle vie limitrofe.
«Grazie al risparmio di circa 470.000 per questi lavori», fanno sapere dal Comune, «verrà eseguito un intervento, pari a 180.000 euro, in via Nilo in cui è previsto l'allineamento della carreggiata, espropriando alcuni piccoli terreni di proprietà di privati, oltre all'ultimazione dei lavori già in corso da tempo».
Ieri mattina il sindaco Cordoma si è recato con l'ingegnere Della Penna via Nilo per un sopralluogo e subito dopo in Adige per verificare lo stato dei fatti dei lavori.
«I lavori in corso stanno procedendo velocemente, grazie all'impegno dei nostri tecnici comunali e della ditta in questione – ha spiegato il sindaco Cordoma - . Ancora qualche giorno e riapriremo il cantiere in via Adige, che presenta un asfalto in alcuni tratti inesistente a causa dei lavori per alla rete fognaria e alla raccolta delle acque bianche, identica cosa per i marciapiedi che vanno rifatti completamente. Ancora qualche mese di pazienza e questa zona tornerà come nuova, in attesa che venga aperto l'altro cantiere più lungo, che causerà qualche disagio, ma permetterà un manto stradale nuovo su tutta la nazionale. Nel sopralluogo di via Nilo, ad esempio, siamo intervenuti con l'ampliamento di una linea di raccolta delle acque bianche, rifaremo i marciapiedi e il manto stradale con l'allargamento della carreggiata, in alcuni tratti, attraverso delle cessioni da parte di privati».
08/01/10 11.26