Torre de’ Passeri, varato il secondo lotto del piano di viabilità

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1923

TORRE DE’ PASSERI. Mini rivoluzione del traffico a Torre de’ Passeri con il varo del secondo lotto del piano di viabilità.


È entrata in vigore da alcuni giorni l'ordinanza del sindaco Antonello Linari che introduce alcune nuove regole per la circolazione dei veicoli in paese.
È stato invertito il senso unico di marcia in via Michetti, istituto il senso unico in via Battisti con uscita su viale Garibaldi, introdotta la sosta oraria gratuita di un'ora con l'utilizzo obbligatorio del disco su gran parte di viale Garibaldi e viale della Repubblica ed inibito il traffico di mezzi pesanti su via D'Annunzio e via Fara Vecchia.
«L'obiettivo - ha spiegato il consigliere delegato alla viabilità Luca Di Carlo - è di garantire a tutti un utilizzo sicuro e confortevole dello spazio stradale, conciliando le esigenze di scorrevolezza del traffico, di sicurezza e di qualità ambientale e urbana. Stiamo inoltre lavorando per implementare la sicurezza sulle strade, anche in considerazione del fatto che Torre de' Passeri è attraversata da due arterie provinciali».
«L'ordinanza appena firmata - ha fatto notare il primo cittadino Linari - rappresenterà la base di partenza di altri interventi di miglioramento della circolazione che saranno realizzati nei prossimi mesi, anche attraverso il potenziamento dei controlli. Ma è anche il frutto di una lunga attività di mediazione fra le esigenze dei cittadini e le reali ed urgenti necessità del traffico».
Inoltre, l'introduzione della sosta con disco orario su due delle principali arterie torresi servirà a riequilibrare lo spazio dedicato alle automobili e lo spazio dedicato ai pedoni eliminando la fastidiosa e cattiva abitudine del parcheggio selvaggio.
Senza dimenticare che si darà nuovo impulso a commercianti ed attività che su quelle strade lavorano favorendo il ricambio delle automobili nelle aree di sosta e la conseguente circolazione. «Tra gli inviti ai nostri concittadini - hanno concluso Linari e Di Carlo - c'è anche quello di usufruire di parcheggi poco sfruttati, come quello di Largo Minozzi o di piazza Papa Giovanni XXIII. Una buona pratica che consentirebbe di alleggerire il traffico dei veicoli sulle strade principali e di raggiungere in pochi minuti attività commerciali ed uffici».

07/01/2010 9.58