Rete acque bianche, sì al progetto di via Caravaggio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1735

PESCARA. La giunta comunale di Pescara ha approvato il progetto definitivo per la costruzione della rete delle acque bianche lungo l’asse via Caravaggio-via dell’Emigrante.


L'opera, che comprende anche la riqualificazione stradale di via Bernini sino al confine con Montesilvano, comporterà un investimento complessivo pari a 1milione e mezzo di euro e sarà propedeutico alla realizzazione del nuovo asse stradale di collegamento lungo la direttrice ovest della città.
Lo ha annunciato il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia dopo l'approvazione in giunta del provvedimento.
Il progetto, affidato lo scorso 15 dicembre all'ingegner Vincenzo Corradino e già riconsegnato all'amministrazione, prevede la realizzazione in via Caravaggio di un collettore fognario di mezzo metro di diametro, lungo 490 metri che, dall'incrocio con via Don Tazzoli, si riallaccerà al collettore già esistente in via Delle Fornaci. Concluso l'intervento, si prevede la sistemazione della strada con la posa di 40 caditoie in ghisa per la raccolta delle acque meteoriche e la ripavimentazione della carreggiata, oltre che la demolizione dei marciapiedi esistenti e la sistemazione di una nuova pavimentazione in masselli.
In via dell'Emigrante, ancora, «verrà sistemato un collettore scatolare prefabbricato lungo circa 290 metri, che – ha aggiunto il sindaco Albore Mascia – verrà collocato nel tratto compreso tra gli incroci con via De Simone e via Toppeta, sino alla prevista stazione di sollevamento situata a ridosso dell'incrocio con Strada del Palazzo. Quindi verrà realizzato un secondo collettore di mezzo metro di diametro, 140 metri di lunghezza che, dalla parte finale di via dell'Emigrante giungerà sino alla stessa stazione di sollevamento di Strada del Palazzo, dalla quale le acque provenienti dai due collettori verranno fatte defluire verso Fosso Mazzocco attraverso una condotta del diametro di 40 centimetri realizzata dalle Ferrovie dello Stato a monte del sottopasso della linea ferroviaria Pescara- Ancona».
Anche in questo caso si prevedono interventi di sistemazione stradale riguardanti la ripavimentazione della carreggiata sull'intero tracciato di via dell'Emigrante, la demolizione e il rifacimento dei marciapiedi in masselli, e, in questo caso, la predisposizione del nuovo impianto della pubblica illuminazione con la posa in opera di un cavidotto al di sotto della pavimentazione pedonale.
Il finanziamento, erogato dalla Regione Abruzzo, è già disponibile, quindi nei prossimi giorni si potrà bandire la gara d'appalto per procedere con l'apertura del cantiere.

05/01/2010 9.21