Francavilla, finalmente ecco tutti i nomi dei consulenti 2007-2009

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

7042

FRANCAVILLA. Finalmente. Sul sito del comune di Francavilla al mare sono apparsi gli elenchi delle consulenze affidate dalle Giunte Angelucci e Di Quinzio. Nomi eccellenti, illustri sconosciuti, tecnici di fiducia, veri e propri stipendi: c'è di tutto tra gli incarichi del 2007, 2008 e 2009.
A leggere i nomi e le mansioni richieste l'impressione è netta: fatte salve le prestazioni professionali vere e proprie, di cui spesso un Comune non può fare a meno, le “consulenze” spiegano meglio di ogni altro discorso l'uso del denaro pubblico a Francavilla al mare.
Si va dalle 37 consulenze del 2007 alle 28 del 2008 ai 19 incarichi del 2009 (si tratta però di un solo semestre).
Partiamo dal 2007.
La parte del leone la fanno ingegneri ed architetti che portano a casa circa 200 mila euro, quasi tutti per il Contratto di quartiere 2 (13 mila euro ciascuno gli architetti Salvatore Colletti e Michela Giammarini, altri 13 mila per il Geologo Ermanno Staffolani, 56 mila euro vanno invece all'ingegnere Peppino Grosso) mentre per la progettazione di 12 alloggi di edilizia residenziale pubblica sperimentale vanno 95 mila euro in due agli stessi architetti Salvatore Colletti e Michela Giammarini.
Gli altri importi da circa un migliaio di euro mensili vanno a chi lavora per Cittadino+ , alla stessa persona vanno poi 500 euro mensili per manutenzione e controllo parcometri ed altri 500 per l'espletamento della corrispondenza postale.
Ci sono poi tre consulenze importanti: Enrico Campli (2.333,00 euro mensili dal 12 luglio al 31dicembre 2007) per “collaborazione ufficio di gabinetto del sindaco”, architetto Marcello Borrone (3.636,36 come dirigente ripartizione urbanistica dall'1 agosto al 31 dicembre), ingegnere Graziano Cialfi (1.860,00 netti al mese da luglio a dicembre come dirigente lavori pubblici).
Poi ci sono due incarichi co.co.co a 1.089,3 euro lordi mensili per smistamento atti amministrativi e collaborazione presso la Protezione civile ed un altro co.co.co (stesso importo) allo sportello urbanistica.
Infine lo Studio Diodati viene pagato 8 mila euro più iva per consulenza sulla ristrutturazione dei mutui, mentre Giuliano Di Sipio riscuote 12 mila euro oltre accessori per legge per la consulenza assicurativa sulla gestione sinistri in franchigia. Ad Enrico Di Giovanni vanno invece 18 mila euro più Iva per la consulenza sul Bilancio 2007.
La riscossione entrate patrimoniali costa invece 18 mila euro annue per un altro co.co.co.
Per il 2008, la strada e le fogne a Piattelli fanno incassare alla Studio tecnico Leonzio e associati 265 mila euro (progettazione e direzione lavori), mentre 20 mila euro costa la relazione del piano di classificazione acustica del territorio comunale (ATI Bertellino e Storto).
Giuliano Di Sipio continua a riscuotere 12 mila euro/anno per la consulenza assicurativa, così come Enrico Campli per la collaborazione all'ufficio di gabinetto del sindaco continua a riscuotere 2.333,00 mensili dall'1 gennaio all'11 luglio 2008. A sorpresa come capo di gabinetto del sindaco (dal 21 luglio al 21 dicembre 2008) troviamo anche un compenso (2.500 euro più Iva) per Nando Cerasoli, segretario generale del Comune. Stesso discorso del 2007 per l'architetto Borrone e per l'ingegnere Cialfi che continuano la loro opera di dirigenti all'Urbanistica e ai Lavori Pubblici. Dall'1 ottobre 2008 al 31 dicembre si aggiunge l'architetto Domenico Chiola che viene chiamato come dirigente della Ripartizione urbanistica a 40 mila euro l'anno oltre l'Iva.
Per il resto soliti incarichi per il portale Cittadino+ (portale fantasma, inesistente, oggetto di inchiesta penale) che però costa molti stipendi mensili ma non funziona ancora.
Nel 2009, primo semestre, scompaiono i piccoli importi e compaiono quasi esclusivamente i compensi per i tecnici esterni e per i dirigenti chiamati a dirigere i vari settori del Comune, compensi che come si sa – anche se non tutti lo vogliono ammettere – sono già on line dal mese di agosto e di cui abbiamo già scritto.
Una notazione infine che vale per tutti: l'operazione trasparenza è senz'altro lodevole, ma va completata con le delibere di incarico, le uniche che possono chiarire se dietro il compenso c'è una prestazione vera e valutabile.
Naturalmente non disperiamo di conoscere queste delibere, anche se l'operazione sarà lunga e complessa, visto il tempo che è stato necessario per ottenere i dati sui compensi erogati.
Come non disperiamo di conoscere se queste consulenze hanno prodotto qualcosa di utile.
Il che dimostra le difficoltà per chi vuole fare chiarezza sulla gestione dei soldi pubblici, spiega anche i mugugni di chi è rimasto senza il biscottino e fa imbufalire i commentatori faziosi scoperti con le mani sporche di marmellata.

Sebastiano Calella 30/12/2009 18.04

[url=http://www.comune.francavilla.ch.it/immagini/news/Inc2007.pdf]ELENCO DEL 2007[/url]
[url=http://www.comune.francavilla.ch.it/immagini/news/Inc2008.pdf]ELENCO DEL 2008[/url]
[url=http://www.comune.francavilla.ch.it/immagini/news/Inc2009_1sem.pdf]ELENCO 2009 PRIMO SEMESTRE[/url]

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK