Gas. Comune di Teramo cambia gestore dopo 41 anni

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2564

TERAMO. Dopo 41 anni, il Comune di Teramo cambierà gestore per la fornitura di gas.

La Giunta, nella riunione odierna, ha infatti deciso di avviare il procedimento amministrativo per la rescissione del contratto che la municipalità teramana sottoscrisse nel 1968 con l'allora società distributrice, prima che il tutto passasse sotto il controllo dell'Enel Gas.
Ufficialmente, quindi, l'amministrazione Comunale guidata dal sindaco, Maurizio Brucchi, ha comunicato alla società concessionaria del servizio di distribuzione di gas naturale, l'avvio del procedimento di riorganizzazione del servizio pubblico di distribuzione del metano su tutto il territorio, decidendo anche di procedere ad un nuovo affidamento mediante gara, anche per il fatto che domani, 31 dicembre 2009, scadrà la vigente concessione, ai sensi del d.lgs. 164/2000.
Subito dopo la riunione della Giunta, il Comune ha inoltrato all'Enel Gas – ai sensi e per gli effetti di cui agli art.7 e ss. della Legge 241/1990 – la formale comunicazione di avvio del procedimento di rescissione dal contratto.
Scopo dell'iniziativa dell'amministrazione comunale è non solo quello di puntare ad un risparmio, ma anche quello di «ottimizzare i metodi di gestione del rapporto con la società fornitrice di importanza strategica per il Comune di Teramo anche per le implicazioni in termini di valenza economica, di reperimento di risorse finanziarie e di riorganizzazione della rete di gas naturale».
Per questo è stata nominata una “unità di progetto” guidata dal direttore generale che porterà dopo una serie di iter amministrativi ad un nuovo affidamento del servizio.

30/12/2009 15.20