Escrementi e carcasse di piccioni, bonifica totale alla scuola di via Milano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1669

PESCARA. Due settimane per ripristinare le opportune condizioni igienico-sanitarie nella scuola elementare di via Milano, bonificando in via definitiva i locali del piano interrato dell’istituto.


I lavori si svolgeranno durante il periodo delle festività natalizie, per non interferire con l'attività didattica e, secondo le previsioni, dovranno concludersi per buona parte prima del rientro in aula dei bambini.
Lo ha annunciato l'assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Pescara Roberto Renzetti che stamane ha effettuato un sopralluogo presso il cantiere, per verificare l'esecuzione dell'intervento.
«La tempistica è stata concordata preventivamente con la Direzione didattica con la quale la nuova amministrazione comunale ha condiviso subito due obiettivi: porre rimedio in modo definitivo a una situazione igienica ormai intollerabile e, al tempo stesso, non arrecare disturbo alla presenza degli studenti nella scuola – ha sottolineato l'assessore Renzetti -. Purtroppo sin dal giorno seguente al nostro insediamento, nel corso di una serie di sopralluoghi, abbiamo verificato nella scuola di via Milano la presenza di due problemi vecchi di anni e mai risolti: il primo, forse il più grave, era determinato dal piano interrato della scuola completamente allagato dalle infiltrazioni delle acque sorgive e piovane, in sostanza tutti i locali erano trasformati in uno stagno, habitat ideale per zanzare e insetti che in ogni stagione invadono le aule e torturano bambini, docenti e personale. Negli ultimi mesi i nostri uffici tecnici hanno predisposto un progetto urgente per eseguire i lavori di bonifica, tramite aspirazione dell'acqua stagnante e, contestualmente, attraverso l'inserimento nelle fondazioni di pompe per assorbire l'acqua che, anche in futuro, potrebbe filtrare dal terreno. Le opere sono state affidate all'Associazione temporanea d'impresa Diana Vincenzo e Capri Srl e, in accordo con la Direzione didattica, sono cominciate lo scorso 23 dicembre, ossia il primo giorno di vacanza degli studenti. La parte più rilevante e ‘ingombrante' dell'intervento si svolgerà appositamente nelle due settimane di chiusura agli studenti dell'istituto per le vacanze natalizie, in modo da poter occupare il piazzale della scuola con le apparecchiature dell'impresa senza causare alcun disagio ai bambini».
Con la ripresa delle lezioni proseguiranno invece gli interventi meno impattanti, dunque le opere di ripristino, che non interferiranno in alcun modo con l'attività didattica e che si concluderanno entro la fine di gennaio.
«Intanto – ha proseguito l'assessore Renzetti – stamane è iniziata anche una seconda opera di bonifica, sempre presso la scuola di via Milano, opera che è stata affidata alle squadre della Attiva e che riguarda la pulizia straordinaria del sottotetto del fabbricato, una vecchia piccionaia dove in venti anni è stato depositato ogni genere di rifiuto. Sui vecchi mobili e suppellettili, che abbiamo trovato stipati nella soffitta, sono stati trovati escrementi incrostati, addirittura carcasse di piccioni in putrefazione mai rimosse, una condizione di degrado che, onestamente, non comprendiamo come sia stata tollerata e ignorata dalla passata amministrazione comunale di centro-sinistra per sei lunghi anni. Quest'oggi tre uomini della Attiva sono penetrati nel sottotetto per cominciare a eliminare i rifiuti e soprattutto per richiudere i punti di ingresso dei piccioni; se non ci saranno intoppi l'intervento si concluderà entro il 30 dicembre, ossia tra due giorni».

29/12/2009 9.05