Ambulante arrestato: aveva in casa 1 chilo di eroina e 3 quintali di botti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1777


PESCARA. Aveva nascosto in un ripostiglio di una palazzina popolare circa 3 quintali di materiale esplodente, i cosiddetti botti di fine anno, e un chilo di eroina.
Per questo un uomo di 46 anni di Pescara, Guido Petrella, e' stato arrestato dalla polizia, dopo un blitz nell'alloggio che occupa in via Secchia.
Il commerciante ambulante conservava il materiale esplodente nel ripostiglio del palazzo in cui vive, vicino l'atrio dell'edificio.
I botti, sistemati nel locale insieme a scatole di giocattoli, erano particolarmente pericolosi, e' stato spiegato dalla polizia, perche' detenuti in un luogo non idoneo a questo scopo, in una zona ad alta densita' abitativa e per di piu' nel locale c'erano perfino dei fili scoperti di energia elettrica.
Oltre alla droga il personale della divisione amministrativa e quello della squadra mobile hanno trovato anche un bilancino di precisione e una sostanza da taglio altamente tossica, nascosti nell'appartamento dell'uomo.
Dopo il ritrovamento dei botti sul posto sono intervenuti anche gli artificieri e i vigili del fuoco. I controlli per un Natale sicuro sono stati predisposti dal questore, Stefano Cecere, e in questi giorni hanno portato anche alla denuncia di una nomade agli arresti domiciliari che aveva organizzato in casa una festa danzante con una ventina di amici.
28/12/2009 14.58