Litiga con marito e punta coltello alla gola ad una poliziotta, arrestata

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2035

PESCARA. Dopo una lite con il marito se l'è presa con una poliziotta della squadra volante, puntandole un coltello alla gola e minacciandola di sgozzarla.

Per questo una donna di 29 anni di Pescara, Violetta Spinelli, e' stata arrestata con le accuse di tentato omicidio, lesioni, resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale.
La donna, hanno riferito oggi il dirigente della squadra volante, Francesco Costantini, e la poliziotta aggredita, Nicoletta Antonelli, era ubriaca.
L'altra sera ha discusso animatamente col marito e quando il personale della volante e' arrivato in via Nazionale Adriatica Nord per riportare la situazione alla normalità gli agenti hanno incontrato il marito lungo le scale, ed e' stato lui a metterli in guardia, spiegando che la donna era armata.
A quel punto la Spinelli, particolarmente agitata, ha puntato il coltello di 30 centimetri alla gola della Antonelli, cercando di colpirla tre volte, ma la poliziotta l'ha bloccata, disarmata e arrestata. La poliziotta ha avuto problemi a un polso.
A tutta la scena ha assistito la figlia della coppia, una bambina di due anni, che è stata affidata al padre.
Spinelli, disoccupata come il marito, e' gia' conosciuta dal personale di polizia, sia per reati legati agli stupefacenti che per reati contro il patrimonio.



Un mese fa e' stata individuata davanti a un supermercato mentre chiedeva l'elemosina con la figlia, che indossava solo il pigiama.
A luglio scorso era stata denunciata sempre per le condizioni in cui veniva trattata la bambina, mentre due anni fa era stata fermata dalla questura di Macerata per aver estorto duemila euro ad un'anziana.
Antonelli, una delle tre donne in servizio alla volante di Pescara, già in passato se l'è vista brutta a causa di una colluttazione con due nomadi autori di uno scippo.
In quella occasione si ruppe un dito.

15/12/2009 14.23