Gestione del territorio: arriva la Carta delle tipologie forestali

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

784


ABRUZZO. E' stata presentata questa mattina dal vice Presidente Alfredo Castiglione intervenendo questa mattina all'Aquila, nella sede del Comando Regionale del Corpo Forestale dello Stato, alla presentazione della Carta delle Tipologie forestali di cui la Regione si è dotata.
«La Carta – ha proseguito Castiglione - rappresenta un vero e proprio Strumento di supporto per tutte le attività finalizzate ad una gestione ecologicamente sostenibile del territorio sia in termini ambientali che di sviluppo economico. Il richiamo fondamentale come ovvio è alle implicazioni ambientali, ecologiche ma anche economiche del Protocollo di Kyoto. La Carta delle Tipologie Forestali, non è un momento episodico per la conoscenza geografica del territorio regionale, ma costituisce una delle tappe della strategia regionale che stanno permettento alla Regione Abruzzo di adempiere compiutamente, e con largo anticipo, a tutti gli obblighi previsti dalla Direttiva Comunitaria INPIRE in tema di Conoscenza Geografica del territorio e di costruzione della Infrastruttura dei Dati Geografici (SDI, Spatial Data Infrastrutture)». Strategia avviata all'inizio del nuovo millennio, dal Servizio per l'Informazione Territoriale e la Telematica in sinergia tra le diverse strutture operative della Regione che si occupano di Territorio (Urbanistica, Ambiente, Difesa del Suolo, Protezione Civile, Agricoltura) e che oggi permette alla Regione Abruzzo di poter disporre di «un patrimonio imprescindibile e costantemente aggiornato sulla conoscenza geografica e territoriale».
«La realizzazione della carta tipologico-forestale - ha spiegato Domenico Longhi dirigente della struttura speciale di supporto sistema informativo regionale - si inquadra in un lavoro più ampio di conoscenza dell'uso reale del suolo. Non ha solo lo scopo di realizzare un sistema informativo geografico, ma quello di realizzare uno degli elementi della Infrastruttura dei dati geografici regionale prevista dalla Direttiva Comunitaria INSPIRE. La massiccia presenza di boschi sul territorio abruzzese con la loro complessa biodiversità, estensione e stato di conservazione è un vero patrimonio per la regione Abruzzo che va tutelato costantemente attraverso la conoscenza anche delle piccole realtà locali».
15/12/2009 12.45