Premio Fiaba, riconoscimento a Protezione Civile e prefetto Gabrielli

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1699

ROMA. Un premio a chi tra comuni, enti, associazioni, aziende e persone fisiche si è distinto per la promozione della cultura dell’abbattimento delle barriere architettoniche e per aver promosso idee e progetti a favore dell’accessibilità e fruibilità globale.

Con questo spirito il Premio FIABA 2009 giunge quest'anno alla sua quinta edizione con il messaggio “costruiamo il nuovo senza barriere”.
Il 14 Dicembre 2009 alle ore 11,00 presso la Sala del Mappamondo della Camera dei Deputati (ingresso di Via della Missione n. 4 di Palazzo Montecitorio) si terrà la cerimonia di premiazione dei 10 vincitori del Premio FIABA 2009. Ai sette progetti selezionati dalla giuria di esperti, si aggiungono quest'anno tre premi speciali per il particolare impegno a favore dell'abbattimento delle barriere architettoniche, culturali, sensoriali e psicologiche.
«L'anno 2009 è certamente l'anno del terremoto dell'Aquila – dichiara il Presidente del FIABA Giuseppe Trieste – per questo la giuria del Premio FIABA ha riservato un riconoscimento speciale alla Protezione civile, contraddistinta per la tempestività e l'immediato soccorso alla popolazione aquilana, e uno al Prefetto della Città dell'Aquila Franco Gabrielli in prima linea nella ricostruzione della città e di tutto il territorio colpito dal sisma. Suo – sottolinea Giuseppe Trieste – l'impegno a creare un vero e proprio modello di accessibilità e di città senza barriere. A questo proposito FIABA – annuncia il Presidente Trieste – propone la figura del Total Quality Manager, un garante della qualità percepita dalle persone per vivere la città al cento per cento per turismo, lavoro, studio e tempo libero. L'Aquila può essere pioniera di questa iniziativa che risponde alle esigenze di tutti i cittadini non solo di chi ha particolari necessità».
Jimmy Ghione ritira, infine, l'altro premio speciale attribuito a “Striscia la notizia” per il suo impegno mediatico. «Grazie alle continue denunce effettuate, il programma di Canale 5 record di ascolti contribuisce, infatti, ad accrescere la diffusione della cultura dell'accessibilità e fruibilità globale».

11/12/2009 9.35