Ora per Trifuoggi la promozione a procuratore generale si allontana

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4595

Ora per Trifuoggi la promozione a procuratore generale si allontana
PESCARA. La conversazione privata carpita tra il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ed il procuratore di Pescara, Nicola Trifuoggi, non sta soltanto provocando un terremoto politico i cui effetti non si sono ancora esauriti. LEO NODARI:"ECCO COSA E' SUCCESSO"
Le frasi del colloquio avuto durante il Premio Borsellino a Pescara all'inizio di novembre probabilmente peseranno non poco sul futuro del procuratore che ha curato le indagini sulla sanità e chiesto l'arresto di Del Turco e del deputato azzurro Sabatino Aracu (non concesso).
Trifuoggi si contendeva il posto di procuratore generale di Roma ad armi parti con Luigi Ciampoli, sostituto pg in Cassazione, nel senso che ognuno dei due candidati aveva ottenuto tre voti dalla Commissione per gli incarichi direttivi del Csm (quelli dei laici e dei togati di sinistra per Trifuoggi e quelli dei gruppi più moderati delle toghe e del Pdl per Ciampoli).
Ieri la gelata: uno dei sostenitori di Trifuoggi, la laica del Pdci Letizia Vacca, ha avuto un ripensamento e ha ritirato il suo sostegno al procuratore di Pescara, scegliendo , diversamente da quanto aveva fatto due mesi fa, di astenersi.
Una scelta che sarebbe del tutto estranea -a quanto riferiscono diversi componenti della Commissione alla agenzia Ansa- alla vicenda del fuorionda.
«A quel caso la consigliera Vacca non ha fatto alcun riferimento- dice chi ha partecipato alla riunione- Ha spiegato di non essere più molto convinta del voto dato e di volersi riservare la decisione finale quando la nomina arriverà in plenum».
E c'é chi racconta anche che Vacca avrebbe fatto il nome di un altro candidato da preferire ai due concorrenti, l'ex consigliere del Csm, Libertino Russo, ora sostituto procuratore generale in Cassazione, chiarendo tuttavia di non formalizzare la sua candidatura, sapendo in partenza di essere in minoranza.
La sua comunque è stata una scelta del tutto personale, che non impegna affatto il gruppo di cui fa parte, quello dei laici del centro-sinistra; gruppo che peraltro non avrebbe concordato, almeno al momento, una posizione comune sul candidato da sostenere.
Una notizia probabilmente non buona per Trifuoggi che aveva accolto con favore l'ipotesi di poter concludere la sua carriera a Roma anche se non ha mai nascosto le asperità del percorso.
Quanto alla vicenda della conversazione carpita, Trifuoggi ha parlato, in alcuni casi, di operazione al limite anche se la conversazione privata era in un luogo pubblico e davanti a microfoni ben in vista (e che erano lì proprio per catturare l'audio della manifestazione).
L'autore del video, Vincenzo Cicconi, di Pacotvideo, vicino all'organizzatore della manifestazione, Leo Nodari, ha chiarito di non aver preso soldi e di aver passato il video ad una collaboratrice del Centro.
Lo stesso Cicconi respinge e afferma di non aver «rubato» alcunchè.
L'operazione però è destinata ad aprire nuovi scenari politici.

03/12/2009 18.09








CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK