La Provincia dell’Aquila stabilizza 37 dipendenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3536

L’AQUILA. La Provincia dell’Aquila ha stabilizzato 37 dipendenti.



Si tratta del personale che ha maturato i requisiti richiesti dalle leggi finanziarie 2007 e 2008: tre anni di servizio a tempo determinato alla data di entrata in vigore della suddetta legge, o in servizio presso l'Ente alla data dal 1 gennaio 2007 con tre anni conseguiti in virtù dei contratti stipulati prima del settembre 2006 (in base alla finanziaria 2007) o prima del settembre 2007 (in base alla finanziaria 2008).
Questo quanto emerso nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta stamani presso la sede della Provincia, alla quale hanno preso parte la presidente Stefania Pezzopane, il vice presidente Oreste Cambise, anche assessore al personale, il Direttore Generale dell'Ente Gianni Di Pangrazio.
In un primo momento la Provincia aveva approvato un piano di stabilizzazioni per 25 dipendenti. Successivamente la Provincia ha voluto estendere questa opportunità a tutti coloro che ne avevano i requisiti. In totale 37 persone, di cui 4 già stabilizzate nel 2007 e altre 33 nel 2009. Si tratta del 9% circa della forza lavoro complessiva della Provincia.
«Numeri davvero importanti. Sfido qualsiasi altro ente ad un simile risultato- ha commentato la presidente- Abbiamo proceduto con tenacia per raggiungere un obiettivo che ci eravamo posti da tempo. Neanche il terremoto ci ha fermato. I dipendenti stabilizzati sono tutti giovani professionisti, su cui la Provincia ha voluto investire, anche per arginare la tanto temuta fuga di cervelli».
Il processo di stabilizzazione vedrà anche delle tappe successive.
«Non abbiamo dimenticato i docenti precari della formazione professionale- ha aggiunto l'assessore Oreste Cambise - Si tratta del personale che è stato trasferito dalla Regione alla Provincia. Tuttavia la Regione ci ha trasferito solo le competenze sulla formazione, ma non le risorse necessarie anche alla stabilizzazione. La Provincia è pronta a questo passo, se la Regione decide di venirci incontro».
Secondo i dati forniti dal Direttore Generale dell'Ente, Giovanni Di Pangrazio, quasi tutti i giovani stabilizzati sono laureati.
«Molti di loro sono precari da circa 9 anni – ha commentato il Direttore- Credo che oggi abbiano raggiunto un traguardo davvero importante».

02/12/2009 14.52