Aperture domenicali, anche a San Giovanni Teatino trovato l'accordo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

989

SAN GIOVANNI TEATINO. E' stato firmato ieri mattina presso la Sala consiliare del Comune di San Giovanni Teatino un Protocollo d'intesa che disciplina il calendario delle deroghe all'obbligo di chiusura domenicale.


Ormai tutti i comuni stanno predisponendo un proprio calendario per il 2010 e anche a San Giovanni Teatino si è cercata una soluzione che armonizzasse le esigenze di massimizzazione del profitto da parte delle aziende.
Gli sforzi hanno portato a conseguire un prezioso risultato, rappresentato dall'intesa siglata in mattinata.
Il calendario adottato, nello specifico, tiene conto delle diverse esigenze delle aziende, della volontà di usufruire del numero massimo di deroghe concesse dalla vigente normativa regionale (32+3) e della presenza, sul territorio cittadino, di un'area dove sorgono strutture commerciali di media e grande dimensione.
Per queste ultime, dunque, è stato elaborato e sottoscritto un prospetto di giornate (nelle quali poter derogare all'obbligo di chiusura) diverso (ma sinergico e complementare) rispetto a quello concordato per la restante parte della città, secondo un'equa alternanza delle aperture tra piccole, medie e grandi strutture di vendita.
Il Protocollo d'intesa firmato nella giornata odierna, tuttavia, contiene un ulteriore fondamentale elemento per il quale l'amministrazione comunale di San Giovanni Teatino si è battuta: l'impegno, sottoscritto dalle aziende commerciali, ad assicurare il riposo ai lavoratori per almeno la metà delle giornate di apertura domenicale e festiva, consentendo loro di vivere adeguatamente il proprio ambito familiare.
«Si tratta di un risultato importante ed inseguito con caparbietà e convinzione da parte dell'amministrazione comunale, la quale ha sempre cercato un accordo che soddisfacesse le esigenze e gli interessi di tutti», hanno commentato il primo cittadino, Verino Caldarelli, e l'assessore al Commercio, Roberto Ferraioli.

01/12/2009 9.30