Parcheggio via dei Vestini, Colantonio (Pdl): «spuntata fuori la sorpresa»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2352

CHIETI. Sul parcheggio a raso in via dei Vestini «esce finalmente la sorpresa». Un costo ben definito per le casse pubbliche per un'opera che sarebbe dovuta essere a costo zero per la collettività.
I dettagli del progetto li svela il consigliere di centrodestra Mario Colantonio, a seguito della commissione lavori pubblici che si è svolta ieri pomeriggio.
«Il sindaco disse che quel parcheggio», ricorda oggi Colantonio, «avrebbe risolto tutti i problemi di via dei Vestini e oggi scopriamo come stanno veramente le cose».
Il progetto, in realtà, non è a ridosso della via indicata ma dista circa 500 metri dalla stessa, quasi sotto il viadotto della Transcollinare.
In più l'opera non è gratuita ma costerà alle casse comunali 530 mila euro, così come stabilito dalla delibera di giunta del 26 novembre scorso («48 ore prima del consiglio comunale», sottolinea Colantonio).
La cosa «più eclatante», spiega l'esponente d'opposizione «è che l'intervento costerà 42.181 euro mentre 476.625 euro sono destinati alle indennità delle aree da espropriare».
Ma chi sono i proprietari che si vedranno espropriare un terreno destinato a parcheggio al prezzo di 75 euro a metro quadro?
«Non è possibile saperlo», continua Colantonio, «perchè manca l'unico elaborato trasparente che quest'atto potesse contenere e cioè l'elenco delle ditte e il piano particellare d'esproprio».
Di sicuro quel prezzo viene giudicato troppo elevato: «Ma come è possibile pagare un terreno destinato a parcheggio tanto quanto il costo pagato per i terreni edificabili della macrozona 1 del Villaggio giochi? Perchè non hanno inserito questa opera quale realizzazione dovuta, nel project vuoto a perdere giustamente posto sotto sequestro dalla Procura?»
Per Colantonio dopo le infrastrutture perimetrali al Villaggio costruite con svariati soldi a carico dei cittadini, un tunnel non collegato alle condotte fognarie, ci si appresta a finanziarie «un parcheggio che si rivelerà scomodo e poco fruibile alla collettività».
«Ricci», chiude il consigliere del Pdl, «lascerà non solo domande aperte ma anche una marea di debiti, specialmente se utilizza tutto l'avanzo di bilancio 2008 per realizzare un'opera che i cittadini dovevano avere a costo zero».

28/11/2009 9.33

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK