Viabilità e problemi, i sindaci del pescarese parlano con Testa

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1987

PESCARA. Proseguono gli incontri promossi dalla Provincia con i sindaci dei comuni del pescarese per raccogliere segnalazioni.

Ieri il presidente Guerino Testa, l'assessore ai Lavori Pubblici, Roberto Ruggieri, e i consiglieri provinciali Gabriele Santucci e Lucio Petrocco, hanno incontrato i rappresentanti dei Comuni di Carpineto, Civitella Casanova e Montebello di Bertona, coi quali hanno discusso, tra l'altro, dei principali problemi della viabilità della zona e dei collegamenti con altri centri e con il capoluogo adriatico.
«Alla Provincia – ha spiegato il vice sindaco di Carpineto, Donatella Rosini che ha partecipato col sindaco Giovanni Morretti – abbiamo segnalato una situazione di abbandono che perdura da anni, rappresentato le esigenze del territorio per quanto riguarda il piano neve e sollecitato un'azione di rilancio turistico. Abbiamo avuto risposte concrete – aggiunge Rosini – che sono scritte nel Piano triennale dei lavori pubblici della Provincia, e abbiamo anche saputo che c'è stato un interessamento dell'ente per portare acqua e luce sul Voltigno, dove esistono edifici pubblici che non dispongono ancora di questi servizi. Un impegno preciso, poi, è stato assunto per il rifacimento del ponte della Negra».
Le problematiche della viabilità sono state al centro anche dell'incontro con i sindaci di Serramonacesca, Andrea Donatello Di Meo, Turrivalignani, Roberto Di Cecco, Manoppello, Gennaro Matarazzo, e Lettomanoppello, Giuseppe Esposito. C'era anche il presidente del Consiglio provinciale, Giorgio De Luca, il quale fa notare che «per Manoppello l'attenzione è stata puntata sul completamento della strada 539 (per la quale la Provincia ha già previsto interventi per 3 milioni di euro), trattandosi di un'opera strategica per raggiungere il Volto Santo, luogo di culto di interesse nazionale. Il primo cittadino di Turrivalignani – ha proseguito De Luca – ha denunciato invece la scarsa attenzione ricevuta negli ultimi anni e ha chiesto di portare avanti un vecchio accordo di programma che prevede interventi sulla viabilità mentre dal comune di Lettomanoppello è stato sollecitato il miglioramento dell'accesso a Passolanciano. Anche il sindaco di Serramonacesca, così come gli altri, ha invitato a concentrare l'attenzione su strade e sfalcio del verde».
Da una zona all'altra della provincia le sollecitazioni non cambiano. La riunione che si è svolta a Penne è servita a chiarire che «l'impegno della giunta Testa sulla viabilità dell'area vestina è concreto e sono previsti interventi per sette milioni di euro», come ha assicurato Camillo Savini, presidente della commissione Lavori pubblici della Provincia, il quale ha voluto rispondere anche alle ultime polemiche sollevate dal centrosinistra.
Le opere in programma sono la variante Est di Penne, la messa in sicurezza dell'asse di collegamento Penne-Loreto, la rotatoria all'ingresso di Penne e la variante Ovest.
Per sistemare i tratti più dissestati, poi, «il Consiglio ha dato il via libera a opere per 400mila euro», ha detto sempre Savini annunciando che «i primi lavori partiranno nel 2010, nonostante i fondi regionali fossero a disposizione già dal 2008».

20/11/2009 9.01