Arrestato spacciatore con quasi due chili di eroina in casa

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2422

PESCARA. La sezione antidroga della squadra mobile ha arrestato ieri pomeriggio un uomo che aveva in casa 1 chilo e 800 grammi di eroina.


L'arresto è arrivato nel corso di un controllo a Rancitelli, zona difficile della città. Come ha spiegato il capo della Mobile, Nicola Zupo, «i controlli nel quartiere sono necessari perché la situazione si sta evolvendo in negativo», e quindi si vuole cercare di evitare che accada a Pescara quello che si sta verificando in altre città, anche vicine.
In manette è finito Giovanni Romano, 39anni. La droga e' stata trovata nel corso di una perquisizione: mentre gli agenti stavano finendo di controllare l'abitazione sono arrivati due tossicodipendenti che volevano acquistare l'eroina.
I due tenevano sette confezioni di formaggio, probabilmente rubati, per un valore di 80 euro, che servivano per acquistare due dosi.
L'eroina e' venduta 100 euro al grammo. Da un grammo si ricavano due o tre dosi.
Nell'ambito dell'attività di monitoraggio, che e' iniziata un mese fa, sono state arrestate altre due persone per furto di energia elettrica aggravata e continuata.
In manette sono finiti Fioravante Spinelli, di 31 anni, e Rosina Spinelli, di 42 anni.
Da quando sono iniziati i controlli la squadra mobile ha sequestrato 26 autovetture perchè prive di assicurazione e trovato numerosi circoli ricreativi trasformati in veri e propri bar.
Zupo ha anche evidenziato la questione delle case popolari utilizzate dai rom solo per spacciare facendo notare che molti di loro vive poi in ville in altre zone della città.
Per il dirigente della squadra mobile la questione va risolta definitivamente dagli organi competenti.

14/11/2009 14.03