Manifestazione protesta dipendenti ex Air One, a rischio 120 posti

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1711

PESCARA. Ieri mattina all'Aeroporto d'Abruzzo, si è svolta una manifestazione organizzata dalla Fiom-Cgil.

La protesta ha coinciso con le quattro ore di sciopero indette per la grave crisi occupazionale che sta attraversando il settore metalmeccanico in Abruzzo.
L'amministrazione comunale di San Giovanni Teatino ha partecipa all'evento con una folta delegazione di assessori e consiglieri comunali per esprimere solidarietà ai lavoratori, ed in particolare a quelli ex-AirOne (ora Cai) che rischiano l'impiego.
Il vice-sindaco, Mauro La Torre, ha ribadito l'impegno dell'Amministrazione comunale a favore delle 120 maestranze dell'ex Air One persone che potrebbero perdere il posto di lavoro a causa del possibile smantellamento del centro di manutenzione della compagnia aerea Cai, con conseguente declassamento dello scalo abruzzese.
Ha partecipato al presidio dei lavoratori anche il consigliere regionale Carlo Costantini (Idv) che ha definito l'operazione Alitalia «l'ennesimo smacco a danno dei lavoratori abruzzesi, i quali, dopo averne finanziato il finto ‘salvataggio' con fondi pubblici, pagano doppiamente a causa della decisione di spostare altrove l'attività di manutenzione svolta, in Abruzzo, dalla società Air One Technic».
Air One Technic, prima di proprietà di Carlo Toto, è stata trasferita alla CAI a seguito del famigerato accordo.
L'azienda fornisce assistenza tecnica alle compagnie aree, operando nella manutenzione per aeromobili.
A livello occupazionale, sono circa 85 le persone impiegate (45 a tempo indeterminato e 40 con contratto a termine) con contratto di lavoro metalmeccanico. L'indotto offre opportunità di lavoro per più di 200 persone in vario modo addette.
Il gruppo regionale dell'Italia dei Valori, con una risoluzione da approvare in Consiglio regionale, chiederà l'impegno del presidente Chiodi ad attivarsi presso il Governo Nazionale, rappresentato ai massimi livelli, per la definizione di un tavolo di trattativa con l'azienda e le organizzazioni sindacali di categoria.

14/11/2009 12.17


CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK