Vittime della strada e del terremoto unite nel dolore

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1208

L’AQUILA. Una fiaccolata si svolgerà a L’Aquila domenica per ricordare le vittime del terremoto e, al tempo stesso tutti coloro, giovani, anziani, figli, genitori, mariti o mogli, uccisi sulla strada da un’auto pirata o in un incidente.


E' la manifestazione organizzata dinanzi alla Chiesa di Santa Maria del Suffragio, o delle Anime Sante, per celebrare la Giornata mondiale Onu in ricordo delle Vittime della Strada, iniziativa con la quale la stessa amministrazione comunale di Pescara vuole mantenere desta l'attenzione sui numeri di una strage quotidiana.
Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio comunale di Pescara Massimiliano Pignoli (Lista Teodoro) con i rappresentanti dell'Associazione nazionale Vittime della Strada, ossia il Presidente Paolo D'Onofrio, l'avvocato Luciana Di Nardo e la psicologa Chiara Lavore.
«La Presidenza del Consiglio comunale ha deciso di patrocinare l'iniziativa – ha detto il vicepresidente Pignoli – per tenere accesi i riflettori su una giornata che vuol essere di riflessione, di ricordo, ma soprattutto di progettazione di quanto le pubbliche amministrazioni possono fare per garantire la sicurezza di automobilisti, pedoni, ciclisti e scooteristi sulle nostre strade».
La manifestazione di domenica segnerà una sorta di gemellaggio spirituale nel dolore tra chi ha perso un proprio caro sulla strada e le oltre 300 famiglie che hanno perso figli, genitori, amici nel tragico terremoto che lo scorso 6 aprile ha devastato L'Aquila e i centri della sua provincia.
Si inizierà alle 9, a Pettino, con la celebrazione della Santa Messa nella chiesa di San Francesco, celebrata da Monsignor Giuseppe Molinari, alla presenza delle massime autorità cittadine, con i rappresentanti istituzionali de L'Aquila, con il Comune, la Protezione civile, il Prefetto e i Vigili del Fuoco.
Alle 16 si svolgerà, in piazza Duomo, a L'Aquila, la Fiaccolata, dinanzi alla chiesa di Santa Maria del Suffragio, detta anche delle Anime Sante, simbolo del dolore delle mamme.
«La luce delle fiaccole vuol rappresentare la necessità di tenere sempre accesa la luce delle pubbliche amministrazioni sul tema della prevenzione stradale, anche confortando in sede giudiziaria quelle famiglie che hanno subito perdite gravissime, non perdendo mai la memoria di coloro che ci hanno lasciato, a L'Aquila come in ogni altra parte del mondo», ha detto Pingoli.
14/11/2009 12.05