Piano triennale: la rivoluzione di Mascia su viabilità e periferie

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2593

PESCARA. Sette milioni di euro per le periferie, 3 milioni di euro per l’arredo urbano, altri milioni di euro di investimenti destinati alla realizzazione di parcheggi, non solo quelli di scambio, ma anche aree di sosta situate in centro.



Ci sono anche 364,8mln di opere previste in tre anni, di cui 86milioni 700 mila solo per la prima annualità, il 2010, interventi strategici racchiusi nel primo Piano Triennale della nuova amministrazione comunale, un faldone di 36 pagine che dovrebbe trasformarsi in realtà.
Una presentazione in grande stile quella del sindaco Albore Mascia che vuole dimostrare che in quanto a lavori e cantieri non è da meno rispetto al suo predecessore.
«In quelle 36 pagine», ha spiegato il primo cittadino, «c'è racchiusa la nostra idea di una città moderna, giovane, dinamica, veloce, competitiva, capace di guardare al futuro conquistando tutte le opportunità, una città economicamente frizzante, vivace, capace di creare occasioni di lavoro, ma anche città solidale, vicina alla famiglia ed ecosostenibile. E abbiamo predisposto un programma di Opere pubbliche che dovrà sostenere e favorire la città moderna; non parliamo di un ‘libro dei sogni', ma di interventi immediatamente realizzabili».
Già definiti i settori di intervento: «Una città veloce è necessariamente dotata di servizi – ha ricordato il sindaco Albore Mascia -, come grandi nodi stradali e parcheggi che vedremo sorgere ovunque: a ridosso delle Naiadi, risolvendo in modo definitivo il problema della carenza di aree di sosta che la scorsa estate ci ha costretto ad adottare interventi d'emergenza; parcheggi interrati a piazza Primo Maggio, in via Ostuni, nell'area della Madonnina. E poi la realizzazione della grande piazza del Teatro, con l'interramento di corso Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra via Teramo e la rotonda di via Michelangelo. E poi il Teatro: vogliamo dare alla città il suo segno identitario non escludendo l'utilizzo del progetto già redatto dall'architetto Mario Botta, ma neanche il ricorso ad altri archistar di fama mondiale, pensiamo a Renzo Piano. Nel frattempo, con l'ausilio del professor Michele Lepore, avvieremo lo studio relativo alla sistemazione ottimale delle aree di risulta dell'ex stazione, rispettando il vincolo, valido sino al 2011, di destinare l'80 per cento dei 12 ettari a verde».

13/11/2009 9.04

I PRINCIPALI INTERVENTI DEL PIANO TRIENNALE

• Parcheggi ridosso dell'area delle Naiadi, un progetto abbinato alla valorizzazione dell'ultimo tratto del lungomare nord, dalla rotonda Paolucci al confine con Montesilvano, con un investimento pari a 1milione e mezzo di euro;
• parcheggi a ridosso dell'aeroporto, 1milione 85mila euro, nell'ambito del Pue;
• parcheggi interrati in piazza Primo Maggio, 15milioni 687mila euro di progetto di finanza;
• parcheggi multipiano in via Ostuni, 4milioni 690mila euro Project Financing;
• parcheggi nell'area della Madonnina, 11milioni 323mila euro, capitale privato;
• parcheggi a raso in via Gioberti, 100mila euro, mediante contrazione mutuo, opera che eviterà il rischio di speculazione privata in un'area libera;
• parcheggi sulla riviera sud nell'ambito del progetto di valorizzazione urbana e turistica del lungomare, 1milione 500mila euro derivanti da mutuo;
• nelle prossime annualità abbiamo previsto anche i parcheggi presso l'ex Fea, tramite un accordo che dovrà coinvolgere anche la Regione Abruzzo, ente proprietario del manufatto.
• Viabilità:
• 3milioni di euro, fondi vincolati per legge, per prolungamento dell'asse attrezzato zona porto con la rampa di collegamento dell'area portuale sud;
• 2milioni di euro per la realizzazione del tratto di strada pendolo da via Tiburtina a via Salara Vecchia (fondi vincolati per legge, ossia fondi Pisu o Por-Fesr);
• realizzazione del sottopasso in corso Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra via Teramo e la rotatoria di via Michelangelo, per la realizzazione della grande piazza del Teatro, 20milioni di euro;
• il Ponte nuovo nell'area ex Camuzzi;
• Altri investimenti:
• 7milioni di euro di investimenti spalmati nelle periferie dove entreremo aprendo cantieri che si chiuderanno solo dopo aver completato il totale restyling delle aree;
• 3milioni di euro destinati all'arredo urbano.
• 750mila euro sono stati destinati alla riqualificazione del mercato coperto di piazza Muzii e delle aree circostanti;
• 1milione di euro per l'adeguamento della stazione marittima con la viabilità d'accesso (fondi vincolati per legge);
• 1milione e mezzo (capitale privato) per la riqualificazione del lungofiume nell'ambito del programma complesso di iniziativa pubblica;
• 500mila euro per la manutenzione straordinaria del litorale marino con opere di salvaguardia;
• 200mila euro per la manutenzione di Fosso Vallelunga;
• 1milione di euro per opere di bonifica di Fosso Grande;
• Installazione di impianti fotovoltaici presso l'ex discarica di Fosso Grande, 4milioni di euro, Project Financing, e presso il nuovo Tribunale 3milioni di euro.
• 750mila euro per la realizzazione di un nuovo asilo nido;
• 100mila euro per la manutenzione straordinaria degli asili nido esistenti;
• 900mila euro per la palestra annessa alla scuola di San Silvestro;
• 700mila euro per la palestra di Fontanelle e per la copertura di 2 campi di bocce al Parco della Pace;
• 600mila euro per la copertura dei campi del circolo tennis.
• 3milioni 650mila euro per la realizzazione di nuovi alloggi popolari in viale Pepe e via Valle di Rose;
• 500mila euro per la manutenzione delle abitazioni popolari esistenti;
• 260mila euro per la realizzazione dello Stadio del Mare;
• 700mila euro per il recupero e la valorizzazione del mosaico romano rinvenuto lungo la golena sud.
• Studi:
• 200mila euro per lo studio di fattibilità e progettazione del teatro comunale, della sistemazione dell'area di risulta e per lo studio urbanistico di utilizzo dell'area dei Vigili del Fuoco;
• 250mila euro per lo studio teso alla definizione degli strumenti urbanistici innovativi per la sostenibilità ambientale;
• 150mila euro per lo studio di fattibilità per il tunnel tra le due riviere;
• Altri interventi:
• 500mila euro per la riqualificazione di via Raffaello;
• 150mila euro per via del Santuario;
• 350mila euro per la rete fognaria in strada colle Renazzo,
• 119mila euro per via Da Vinci e via Spiga;
• Manutenzione di via Aterno, via Gizio, via Raiale, via Fonte Romana, Largo Baiocchi, viale Bovio, via Mazzarino, via Spaventa;
• 320mila euro deviazione del collettore fognario via Bardet-viale Pepe.

13/11/2009 9.26