Febbo: «disponibilità su riconversione ex zuccherificio»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1640

CELANO. Il 27 in programma la prossima conferenza di servizi.


E' stata fissata per il prossimo venerdì 27, sempre a Pescara, nella sede dell'assessorato all'Agricoltura, la seconda conferenza di servizi relativa alla problematica della riconversione agroindustriale della filiera bieticolo-saccarifera della Marsica ed in particolare dell'ex zuccherificio di Celano.
Lo ha stabilito l'assessore all'Agricoltura, Mauro Febbo, al termine della conferenza di servizi alla quale hanno preso parte anche il sindaco di Avezzano, Antonio Floris, l'assessore della Provincia dell'Aquila, Luca Angelini, il delegato del Commissario del Comune di Celano, l'amministratore delegato dell'azienda Powercrop, Raimondo Cinti, il direttore del Nucleo industriale di Avezzano, i rappresentanti delle organizzazioni di categoria Coldiretti, Confagricoltura e Cia, quelli delle organizzazioni sindacali ed un referente della RSU aziendale.
«Da parte di tutte le componenti - ha dichiarato l'assessore Febbo - c'è disponibilità a riconoscere, almeno in parte, l'accordo siglato presso il Ministero delle Politiche agricole nell'agosto 2007. L'obiettivo primario è quello di tutelare la posizione lavorativa delle ottanta maestranze oltre a quella dei circa duecento lavoratori stagionali dell'ex zuccherificio. Il tempo stringe visto che la cassa integrazione per gli ottanta lavoratori è in scadenza a fine anno».
L'assessore Febbo, nel frattempo, riferirà al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, sull'esito delle Conferenze di servizi dal momento che il Governo sta monitorando a livello nazionale i processi di riconversione degli ex zuccherifici sulla base della legge 81 del 2006. «Contiamo di creare le premesse per dare risposte concrete ai lavoratori dell'ex zuccherificio di Celano - ha rimarcato Febbo - ma prima occorreranno altri passaggi che passeranno anche attraverso ulteriori tavoli tra azienda ed organizzazioni agricole sia in funzione della costituzione della filiera agro-energetica di bacino che nell'ottica della parte relativa allo stoccaggio ed alla distribuzione degli ortaggi».

11/11/2009 8.55